Napoli: il lungomare diventerà per sempre isola pedonale. L’America’s Cup raccoglie grandi consensi

MeteoWeb

Non avevo mai visto tanta gente cosi’ vicina alle imbarcazioni, sembrava una partita di calcio“. Non nasconde il suo entusiasmo Max Sirena, skipper di Luna Rossa, per la grande partecipazione manifestata ieri dai napoletani che hanno seguito dal lungomare gli allenamenti in mare dei catamarani che si sfideranno da domani nelle World Series di America’s Cup. Sirena parla di “un’ottima atmosfera, e’ bello essere qui in Italia e in particolare a Napoli. La citta’ ha dimostrato a tutti cos’e’ in grado di fare“. Unica preoccupazione le condizioni meteo: per domani e’ prevista una forte pioggia. “Il tempo e’ l’unica cosa che non possiamo correggere“, dice lo skipper di Luna Rossa che e’ comunque ottimista sul vento spiegando che “e’ stata smentita l’opinione secondo cui nel campo di regata ci sono venti leggeri“. Entusiasta anche Jimmy Spithill, skipper di Oracle, team detentore dell’America’s Cup. “Napoli e’ lo stadio della vela -dichiara- in nessun altro posto del mondo le regate si svolgono cosi’ vicine al pubblico sulla terraferma. Sentiamo le grida e gli incitamenti, e’ una cosa nuova ed entusiasmante“.

Vedere il lungomare invaso ieri dai napoletani “mi e’ piaciuto molto“. Lo dice il sindaco Luigi de Magistris, che sulla pedonalizzazione di Via Caracciolo dichiara: “Il popolo ha deciso che cosi’ dev’essere, e cosi’ sara‘”. Intervenuto alla conferenza stampa di presentazione delle regate dell’America’s Cup World Series, al via domani, de Magistris parla di “spettacolo straordinario, sul quale c’e’ stato troppo scetticismo. Qualcuno ha provato a spaventare parlando di lungomare irraggiungibile, ma ieri centinaia di migliaia di persone hanno raggiunto il lungomare, che nel suo disordine era ordinatissimo“.