Popocatepetl: frammenti incandescenti ed emissioni di cenere dal cratere principale

MeteoWeb
Il vulcano Popocatepetl nella notte

Nelle ultime ore il vulcano Popocatepetl ha registrato un totale di 7 esalazioni di piccola o moderata ampiezza, accompagnate da vapore acqueo, gas e di tanto in tanto da piccole quantità di cenere.  L’evento più importante è stato registrato alle 20:51 ora locale, quando si è verificata una forte emissione di cenere generata a nord-est, oltre al lancio di frammenti incandescenti sulle pendici del vulcano ad una distanza di 400 metri. Sono stati registrati anche vari segmenti di tremore spasmodico e armonico di bassa ampiezza. Durante la notte il bagliore è stato osservato sul cratere del vulcano, raggiungendo un massimo di 300 metri. Al momento vi è una continua effusione di vapore acqueo e gas a causa del vento che spinge il tutto a 200 metri sopra il cratere e verso S/SO con un’ampia estensione. Il livello di allerta vulcanica rimane alla fase 3, ossia gialla, che significa la probabilità di attività esplosiva alta, con crescita della cupola di lava e possibile conseguente espulsione, esplosioni di intensità crescente e pioggia di cenere verso le aree adiacenti. Continua ad essere interdetta al pubblico l’area a 12 Km dal vulcano, nella quale è vietato il transito. Il traffico aereo è controllato tra Santiago e San Pedro Nexapa Xalitzintla via Paso de Cortes, mentre le autorità di Protezione Civile mantengono le procedure preventive, secondo i loro piani operativi. E’ consigliato essere attenti alle informazioni ufficiali diffuse nei bollettini. Il monitoraggio del vulcano Popocatepetl viene eseguito in modo continuo per 24 ore al giorno.