Al via la campagna pubblicitaria Rio+20 con personaggi noti

MeteoWeb

Prende il via oggi, in Brasile, la campagna pubblicitaria ‘Eu Somos Nos’ (Io Siamo Noi), promossa dall’Onu per cercare di convincere la gente a partecipare attivamente, con idee e proposte, alla Conferenza internazionale sullo sviluppo sostenibile, ‘Rio+20‘, in programma il mese prossimo a Rio de Janeiro. Per scongiurare il disinteresse attorno all’evento, gli organizzatori hanno chiesto aiuto a celebrità del calibro di Oscar Niemeyer, Ronaldo, Gisele Bundchen e Paulo Coelho, che in una serie di spot parlano a favore dell’iniziativa. Attraverso il sito ‘Il futuro che vogliamo’, appena aperto, gli interessati potranno esporre le proprie opinioni e divulgarle online. ”L’evento non sarà solo una riunione di governi, la società civile deve aver garantita la sua presenza nelle forme più variate”, ha sottolineato l’italiano Giancarlo Summa, direttore del Centro informazioni delle Nazioni Unite a Rio. Intanto però ‘Rio+20’ è diventato lo strumento utilizzato da importanti ong internazionali per convincere la presidente del Brasile, Dilma Rousseff, a rifiutare il testo di legge sul nuovo Codice forestale appena approvato in Parlamento. Greenpeace, WWF e Avaaz hanno lanciato una petizione popolare che ha già raccolto un milione e mezzo di firme. ”Dilma – ha sottolineato il direttore di Avaaz, Ricken Patel – deve scegliere: firmare la sentenza di morte dell’Amazzonia, o proteggere i polmoni del pianeta e diventare un’eroina pubblica”.