Animali: cetacei e pipistrelli hanno un sistema di “sonar” molto simile

MeteoWeb

Nonostante siano separati da milioni di anni di evoluzione, i pipistrelli e i cetacei dentati (delfini, capodogli e orche) condividono un sistema di ecolocazione acustica sorprendente simili. Lo rivela un nuovo studio della Aarhus University in Danimarca. “Il sonar di pipistrelli e cetacei ha avuto molte occasioni per evolversi in maniera completamente differente nel corso del tempo: l’antenato comune di questi animali infatti non aveva nessun sistema per ecolocalizzare le prede”, ha spiegato Peter Teglberg Madsen, ricercatore a capo dello studio. I risultati della ricerca saranno presentati alla conferenza internazionale Acoustics 2012 che si terra’ a Hong Kong. “Tuttavia, per cacciare – ha proseguito – entrambi utilizzano le stesse frequenze di ultrasuoni, da 15 a 200 chiloherz. Questo da un vantaggio ai cetacei, poiche’ il suono viaggia 5 volte piu’ veloce nell’acqua”. Grazie a una nuova tecnologia di registrazione dei segnali dei cetacei, i ricercatori hanno scoperto che utilizzano una strategia molto simile a quella dei loro cugini volanti. “I pipistrelli compensano alla bassa velocita’ del suono nell’aria inviando moltissimi segnali (detti click) al secondo, fino a 500, per individuare la loro preda con precisione. Ora, abbiamo visto per la prima volta che i cetacei, quando sono prossimi all’uccisione della loro preda, aumentano il numero di click al secondo in maniera quasi identica”, ha detto Madsen. “Da un punto di vista fisico ed evolutivo, ci si aspetterebbe che animali cosi’ diversi utilizzino sistemi sonar diversi. Eppure, sfruttano le stesse frequenze, allo stesso ritmo, e le stesse strategie”, ha concluso.