Gli scarafaggi sono meglio dell’infrarosso per scoprire gli incendi

MeteoWeb

I coleotteri neri del fuoco del genere Melanophila posseggono insoliti sensori ad infrarossi che utilizzano per rilevare gli incendi in un bosco, persino dalle grandi distanze. Un team di ricercatori dell’Universita’ di Bonn ha concluso che questi sensori sono molto piu’ efficienti nel segnalare la presenza di un fuoco dei sistemi ad infrarossi progettati dall’uomo. La scoperta pubblicata su Plos One apre nuove prospettive di impiego per lo sfruttamento dei coleotteri supersensibili nei sistemi di allerta precoce dello scoppio di un incendio boschivo. I ricercatori, sulla base delle indagini della natura di questi speciali poteri sensoriali dei coleotteri hanno iniziato a costruire un prototipo utilizzabile in futuro nelle emergenze che potrebbe rivoluzionarie le tempistiche di intervento e di allarme in costanza dell’appiccamento improvviso di un fuoco. Secondo lo studio, gli animali sono in grado di avvertire in una posizione di estrema lontananza anche il quantitativo piu’ irrisorio di calore, paragonabile alla risoluzione energetica e alle misurazioni di un radiotelescopio.