Il video dell’asteroide che ieri ha sfiorato la Terra alle 9:07

MeteoWeb
Credit: ESA - P.Carril

Un piccolo asteroide denominato 2012 KT42 ha sfiorato la Terra nella mattinata di ieri, alle 9:07, ad una distanza di 14.400 chilometri dalla superficie terrestre, quindi ben all’interno dell’orbita lunare che ruota a 386.000 chilometri. Nonostante sia stato scoperto poco tempo prima rispetto al suo passaggio ravvicinato, la roccia spaziale non ha mai rappresentato un rischio d’impatto con la Terra. Anche se fosse stato attratto dall’attrazione gravitazionale terrestre, le sue dimensioni di soli 5 metri di larghezza, sarebbero state insufficienti per procurare qualsiasi danno significativo. Il suo rientro avrebbe determinato il disgregamento del corpo per attrito in atmosfera. In realtà questo masso celeste non è stato l’unico corpo ad essere transitato nei pressi del nostro pianeta: soltanto qualche ora prima, l’asteroide 2012 KP24 è transitato a 51.000 chilometri, come hanno riferito gli astronomi del Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California. L’ufficio NEO sovrintende gli sforzi dell’agenzia per rilevare, individuare e caratterizzare gli asteroidi o le comete potenzialmente pericolose che potrebbero transitare vicino alla Terra. Gli esperti stimano che un corpo di 140 metri di diametro sarebbe capace di causare una vera e propria devastazione in un ipotetico impatto, mentre corpi di dimensioni maggiori risulterebbero distruttivi da permettere l’estinzione della vita. Per questo motivo gli astronomi scandagliano continuamente il cielo alla ricerca di questi oggetti che potrebbero intersecare l’orbita del nostro pianeta.