India: migliaia di pesci morti a causa dell’inquinamento vengono immessi sul mercato

MeteoWeb
La morìa di pesci in India

Dalla scorsa settimana migliaia di pesci Tilapia, un genere che vive nelle acque tropicali dell’Africa, del Sud America e dell’Asia, sono stati trovarti morti sulle rive del fiume Mula-Mutha, nella divisione Daund, a circa 76 km da Pune, in India. I pesci sarebbero morti a causa dell’inquinamento delle acque che appaiono di una colorazione nerastra. Ironia della sorte, i pesci Tilapia in mozambico sono considerati tra le specie più resistenti a queste problematiche, noti per resistere a condizioni ambientali ostili. Ma ciò che desta veramente stupore, è il fatto che i pesci morti sono stati messi sul mercato per essere venduti dai pescatori locali. Pune e Mumbai sono i mercati principali per questo genere di pesci. Uno studio condotto da Jal Biradari e Maharashtra Vikas Kendra lo scorso anno, aveva dimostrato che il livello di nitrati nel fiume Bheema era di 10-50 mg per litro, mentre il limite consentito specificato dal Bureau of Standards indiani (BIS) è di 45 mg / litro. Il livello di nitrato naturale dovrebbe essere inferiore a 1 mg / litro, ma a causa di sostanze inquinanti, il livello è salito notevolmente. Il Dr. Ashok Rasage, medico di Daund, ha dichiarato: “Per una settimana, un gran numero di pesci sono stati trovati sulle rive del fiume. Abbiamo inviato i campioni dell’acqua prelevata al laboratorio di sanità dello Stato, e siamo in attesa del risultato delle analisi di laboratorio”. Il Dr. Sudhakar Kokane, ufficiale sanitario distrettuale, ha anche confermato l’incidente, ma ha anche affermato che dovrebbe ottenere ulteriori informazioni da parte dei funzionari. Per gli attivisti, però, la questione è di grave preoccupazione. Ankush Kotwal di Shetkari Sanghtana, sostiene che “l’acido solforico prodotto dalle fabbriche limitrofe si concentra lungo gli affluenti che sfociano nel corso principale. Inoltre – sostiene – il Pune Municipal Corporation (PMC) non tratta il liquame ma lo lascia sfociare direttamente nelle acque. Ciò ha provocato la morìa di pesci”.