Indonesia: trovato il relitto dell’aereo scomparso, si è schiantato sul vulcano Salak

MeteoWeb

Il relitto del Sukhoi Superjet 100, che aveva una cinquantina di persone a bordo tra cui due donne con nominativi italiani, e’ stato rinvenuto in una regione montuosa situata a sud di Giacarta. Lo ha reso noto un portavoce dell’esercito, senza specificare quali siano le condizioni di passeggeri ed equipaggio. ”L’elicottero Super Puma che abbiamo inviato questa mattina ha rinvenuto il Soukhoi. Non siamo ancora in grado di precisare il suo stato perche’ il relitto si trova ad alta quota”, ha affermato Ali Umri Lubis, portavoce della base militare aeronautica di Bogor, a sud di Giacarta. ”Il Soukhoi e’ stato ritrovato. Alcuni pezzi sono stati individuati dall’elicottero. Abbiamo la conferma che provengono dall’aereo scomparso”, ha aggiunto il responsabile dei soccorsi.

Mentre i soccorritori stanno ancora cercando di accedere al luogo dove e’ stato identificato il relitto del Sukhoi Superjet 100, stanno rapidamente scemando le speranze di trovare superstiti. Una foto scattata da un elicottero evidenzia come il velivolo si sia schiantato contro una parete verticale vicino al vulcano Salak, in una zona totalmente impervia e raggiungibile solo a piedi, dopo ore di cammino, dai circa 1.000 militari impegnati nelle operazioni di soccorso. I detriti dell’aereo sono sparsi nella zona. Il Superjet, era impegnato in un volo di dimostrazione alla presenza di funzionari del ministero dei Trasporti e dirigenti di diverse compagnie aree indonesiane, molti dei quali saliti a bordo insieme a giornalisti. La zona del monte Salak, scrive il Jakarta Globe, costituisce una specie di ”Triangolo delle Bermuda” per gli aeroplani, dato che negli ultimi dieci anni si sono verificati sei incidenti mortali a causa delle turbolenze e del frequente maltempo.