Insolita ciclogenesi tropicale ad est dell’isola di Timor, non lontano dall’equatore; il sistema potrebbe puntare verso l’Australia settentrionale

MeteoWeb
La ciclogenesi tropicale nel tratto di mare ad est di Timor, nell'est dell'Indonesia

Un interessante ciclogenesi tropicale è esplosa in un’area non troppo lontana dall’equatore geografico, nel tratto di mare a nord-est delle coste orientali dell’isola di Timor, nell’est dell’Indonesia. Il sistema tropicale si è originato a seguito dell’intensificazione di una vasta area convettiva, con “Cluster” ben sviluppati, che si è formata sul mar di Banda, nel tratto di mare a sud dell’isola di Ceram. Il sistema convettivo si è poi localizzato nel tratto di mare fra le isole di Barat Daja e il settore orientale dell’isola di Timor, dove ha preso ulteriore sviluppo con un notevole incremento della convenzione. Si tratta di un sistema alquanto insolito, non solo per l’origine cosi bassa di latitudine, avvenuta attorno i 6.9° di latitudine sud, quanto per l’area dove è nato. Nelle ultime ore la perturbazione tropicale, iniziando a muoversi verso sud-ovest, ha cominciato pian piano a rafforzarsi grazie alla gran quantità di calore latente fornito dalla calda superficie marina, nel tratto di mare ad est di Timor. Attualmente la perturbazione tropicale mostra una debole circolazione ciclonica che è localizzata principalmente nei bassi strati, nella bassa troposfera, con una notevole intensificazione dei venti al suolo.

Difatti sostenuti venti da S-SE e da Sud stanno interessando la costa orientale di Timor e le isole di Barat Daja, mentre venti localmente intensi da SO, pronti a ruotare più da Ovest a ridosso delle coste meridionali dell’isola di Ceram (rotazione ciclonica in senso orario per l‘emisfero australe), risalgono fino al mar di Banda, coinvolgendo i tanti atolli e le isole che vi sorgono. Sul mar di Banda e nel tratto attorno le isole di Barat Daja le raffiche di vento avrebbero superato anche i 50-60 km/h, causando un sensibile incremento del moto ondoso fra mar di Timor settentrionale e mar di Banda.  Una forte attività convettiva, con intensi “Updrafts”, sta caratterizzando il settore sud-occidentale e occidentale della ciclogenesi tropicale che si trova posizionata al di sopra del caldo mar di Timor, all’interno di un ambiente molto caldo e umido che assicura un ottimo carburante per lo scoppio dell’attività convettiva e la formazione dei “Cluster temporaleschi” che vanno ad alimentare l’intero sistema.

I venti in notevole rinforzo nei bassi strati

L’unico disturbo che potrebbe causare un graduale indebolimento della perturbazione tropicale sarà rappresentato dalla fascia di “Wind Shear” moderato in quota in cui andrà ad impattare nelle prossime ore. Le intense correnti presenti nell’alta troposfera rischiano di allentare l’attività convettiva, provocando un temporaneo indebolimento della struttura. Nelle ultime 12 ore la perturbazione tropicale si è resa responsabile dei forti rovesci di pioggia e dei temporali, localmente molto forti, che hanno bagnato il settore orientale dell’isola di Timor e i tanti arcipelaghi e le piccole isole limitrofe ad essa. Precipitazioni molto intense hanno interessato pure le isole di Barat Daja, in particolare le Leti, dove si sono verificati dei rovesci molto forti che hanno causato dei locali allagamenti. Nelle prossime ore la perturbazione tropicale, pronta ad evolversi da depressione tropicale a tempesta tropicale, tenderà a muoversi verso sud-ovest, in direzione del mar di Timor, andando gradualmente ad indebolirsi visto il passaggio su un‘area caratterizzata da un moderato “Wind Shear verticale“, per poi intensificarsi successivamente, muovendosi più verso sud-ovest o ovest/sud-ovest lungo il mar di Timor. Ancora non tutti i modelli sono concordi sulla futura traiettoria di questo nuovo sistema tropicale. Non si può escludere che la perturbazione, trasformandosi in una tropical storm, muovendosi lungo la “cresta” del robusto anticiclone sub-tropicale che staziona sopra i territori dell’Australia centro-occidentale possa deviare più verso ovest passando poco distante dalle coste del Kimberley. Stando ai modelli sembra molto probabile che la perturbazione tropicale si spingerà sul settore occidentale del mar di Timor, transitando a largo delle coste australiane nord-occidentali che risentirebbero solo di una temporanea intensificazione dei venti e del moto ondoso attorno la costa. Ma ancora è troppo presto per elaborare una previsione affidabile, per questo è consigliabile seguire i prossimi aggiornamenti.