Londra: al via test genetici su presunti resti di uno Yeti

MeteoWeb

I resti biologici attribuiti a leggendarie creature scimmiesche come lo Yeti e il Bigfoot saranno analizzati secondo i contemporanei esami di valutazione del Dna. I resti protagonisti dell’avventura saranno, riporta la Bbc, i numerosi materiali custoditi nell’archivio del museo di Losanna in Svizzera raccolti in giro per il mondo dall’esperto Bernard Heuvelmans, un biologo franco-belga che ha analizzato tutti i presunti ritrovamenti di Yeti dal 1950 al 2001, anno della sua morte. L’impresa sara’ promossa dall’Universita’ di Oxford coordinata da Bryan Sykes che ha spiegato: “Promuoveremo un approccio sistematico, analizzando i resti con i metodi e gli esami genetici piu’ avanzati per chiarire finalmente da una prospettiva realmente scientifica una delle leggende piu’ affascinanti della storia dell’umanita’: l’esistenza di Yeti e Bigfoot. Testeremo ossa, capelli e tutto il materiale a nostra disposizione attraverso le tecniche della medicina legale“.