Raggio verde osservato sulla superluna

MeteoWeb
Credit: Laurent Laveder

Durante il fine settimana, il fotografo Laurent Laveder, ha immortalato un’immagine incredibile ed estremamente rara osservando la superluna da Île Garo in Bretagna, Francia. Noto come il raggio verde, questo fenomeno è visibile raramente sul disco solare o lunare per pochissimi secondi al sorgere o al tramontare degli astri, e serve una gran dose di fortuna e di esperienza per poterlo ritrarre. “Il fugace lampo verde era visibile soltanto nel primo fotogramma”, afferma il fotografo. Si tratta di un fenomeno considerato una volta leggendario, ma che in realtà esiste ed è stato più volte documentato. Avviene per rifrazione atmosferica, per dispersione, per la diffusione di Rayleigh, e per assorbimento selettivo. L’effetto funziona come un prisma, perché l’atmosfera terrestre scompone la luce bianca in vari colori. Quando l’astro comincia a scivolare sotto l’orizzonte, i colori dello spettro scompaiono uno alla volta. Aria e vapore acqueo assorbono i colori rosso, giallo e arancione, ma il verde è tipicamente l’ultimo raggio di luce che può essere osservato. Date le giuste condizioni atmosferiche e un cielo limpido, un lampo verde può essere osservato quando la Luna o il Sole sono vicini ad un orizzonte lontano. La superluna di questo 2012 ha avuto vari effetti incredibili sulla natura: maree incrementate anche di 15 cm, riflessi luminosi, canto dei volatili in piena notte, oltre ad una luminosità e ad una grandezza notevoli.