Terremoti, appello dei geologi: “rivedere la mappa sismica senza sottostare a pressioni”

MeteoWeb

Rivedere la zonazione sismica italiana senza dover sottostare a pressioni se non quella della corrispondenza con le conoscenze scientifiche“. E’ la denuncia-augurio che il Consiglio nazionale dei geologi esprime a ridosso delle drammatiche conseguenze del sisma che ha colpito duramente l’Emilia Romagna. I geologi inoltre si augurano che “negli organismi tecnici dello Stato, che hanno l’obbligo di esprimere il parere sui testi delle norme tecniche predisposte in attuazione del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia, possa finalmente tenersi nel debito conto la voce dei Geologi superando l’ostracismo culturale fino ad oggi dimostrato“. “Dunque il Consiglio Nazionale Geologi si augura che, arrivata la normalità, cessino una volta per tutte le vuote chiacchiere degli sprovveduti – concludono – per lasciare lo spazio ad una profonda riflessione su questa Italia a rischio: oggi quello sismico, ieri quello idrogeologico, idraulico o geomorfologico“.