Terremoto Emilia, Beppe Grillo: “Capannoni venuti giù come castelli di carte”

MeteoWeb

Capannoni di sangue. I capannoni sono venuti giu’ tutti come castelli di carte. Per quale magnitudo dovevano resistere?”. Lo scrive Beppe Grillo su Twitter. In precedenza Grillo aveva pubblicato sul suo blog l’intervento firmato di un utente che chiedeva: “A cosa servono capannoni industriali vuoti? Spesso sono costruiti senza alcuna necessita’ per accedere ai fondi UE. Perche’ mancano i controlli quando sono utilizzati? Di cosa sono fatti? Di sabbia e del sangue degli operai morti sotto le macerie?“. “Un tecnico intervistato telefonicamente su Rainews24 – si legge sul post dell’utente del blog di Grillo – ha detto, a proposito delle decine o centinaia di capannoni di nuova costruzione crollati, che la normativa antisismica vigente non prevede terremoti di questa forza! Ma vi rendete conto? Chi l’ha firmata ‘sta normativa? Quale ministro ha abbassato il limite di antisismicita’? Magnitudo 5.8 e’ certamente un terremoto forte, ma i capannoni sono venuti giu’ tutti come castelli di carte. A quale magnitudo dovevano resistere? Qualche magistrato indaghi, per favore“.