Terremoto Emilia Romagna: hotel Diana a Ravenna ospita 30 sfollati

MeteoWeb

I posti che avevamo messo a disposizione, una trentina, sono andati esauriti. E, soprattutto, anche altri alberghi si sono aggiunti. Il portafogli e’ in difficolta’, ma il cuore batte, siamo un bel Paese”. Filippo Donati, titolare dell’ hotel Diana di Ravenna e presidente nazionale di Asshotel Confesercenti, risulta commosso nel pronunciare queste parole. Nella giornata di ieri ha aperto gratuitamente le porte della sua struttura per le vittime del terremoto attraverso un messaggio su Facebook. ”Non sono un fan di Grillo – ha detto Donati raggiunto telefonicamente dall’Ansa – ma quando parla della forza della rete ha ragione. Mi sono arrivate telefonate da tanti. Mi chiedevano cosa potevano fare. Perfino email dall’Australia. I contatti sul sito sono diventati migliaia. Speriamo che da quelle macerie, al di là di ogni crisi, si possa rialzare l’Italia”. L’albergatore ha raccontato anche di essere rimasto profondamente colpito (”sono invecchiato venti anni”) dagli sfollati che sono arrivati nel suo albergo: ”Sono terrorizzati. Non tutti hanno perso la casa. Ma magari hanno crepe di quattro dita alle pareti dalle quali si vede il cielo. Alcuni ieri hanno provato a dormire nelle tendopoli. Ma non è cosi’ facile. Quasi tutti quelli che sono qui, non dormono dall’ora in cui e’ arrivata la scossa”.