Terremoto Emilia Romagna: la Ghirlandina di Modena si è spostata di 5,2 millimetri

MeteoWeb

La Ghirlandina, il simbolo di Modena, si è spostata di 5,2 millimetri a causa delle scosse di terremoto. Per l’architetto Rossella Cadignani del servizio Edilizia storica del Comune “non è preoccupante“, ma per precauzione le visite nelle giornate di apertura previste per il prossimo fine settimana sono state cancellate. “Bisogna tenere presente – ha precisato Cadignaniche la Ghirlandina compie movimenti millimetrici quotidiani, dovuti anche alle condizioni atmosferiche“. Il 23 maggio sono stati effettuati controlli straordinari che non hanno mostrato particolari anomalie, ma si è comunque decisa la chiusura al pubblico per evitare rischi in caso di ulteriori scosse, anche di lieve entità. Il Comune modenese ha ricordato che dal 2003 la Ghirlandina è monitorata costantemente da diversi strumenti come il pendolo per valutare le variazioni dell’inclinazione, quattro piezometri per controllare il livello della falda acquifera, un termometro, un anemometro e quattro assestimetri, uno dei quali di recente installazione. All’interno della cattedrale sono installati anche cinque misuratori di giunti biassiali e triassiali, tre assestimetri nelle absidi e uno nella parete nord, e infine due pendoli in corrispondenza dell’organo.