Terremoto Emilia Romagna, Monti visita le zone colpite: “dobbiamo aiutare questa terra, danni gravi”

MeteoWeb

Mario Monti ha definito “gravi” i danni del terremoto di domenica sul tessuto produttivo emiliano. E’ una terra, ha osservato, “che dobbiamo aiutare a tornare produttiva al piu’ presto“. “Sono venuto, prima di tutto, per portare le mie condoglianze ai parenti delle vittime di questa tragedia“, ha spiegato il presidente del Consiglio, al termine di un incontro con i famigliari delle vittime, al quale hanno partecipato anche il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, il presidente della Regione Emilia Romanga, Vasco Errani, e i sindaci delle zone piu’ colpite nel ferrarese. “E poi ho voluto rendermi conto,personalmente, dei danni – ha continuato – che sono gravi e riguardano,anche, in particolare, il tessuto produttivo di questa terra, cosi’ intraprendente e che dobbiamo aiutare a tornare produttiva al piu’ presto, con le piccole imprese, sia industriali, sia agricole“. Parlando con i cronisti in Piazza Marconi, con dietro lo sfondo del Municipio squarciato dal sisma, il premier ha spiegato che, nell’incontro, con le autorita’ locali sono state “esaminate le modalita’ per arrivare presto a poter dare il sostegno necessario“. “Fra poche ore a Roma, in Consiglio dei Ministri, dichiareremo lo stato di emergenza“, ha ribadito, “verra’ emessa un’ordinanza della Protezione Civile… Insomma, tutti questi aspetti tecnico-amministrativi importanti“.