Terremoto Emilia Romagna: nel modenese 5 scuole inagibili, problemi a ponti e strade

MeteoWeb

Cinque istituti scolastici superiori chiusi per inagibilita’ a Finale Emilia e Mirandola; due ponti danneggiati a San Felice e Finale, due tratti di strada provinciale chiusi al traffico. Sono le situazioni di maggior criticita’ per quanto riguarda le infrastrutture di competenza della Provincia di Modena in conseguenza del sisma che ha colpito l’area nord del territorio modenese. Completamente allagato il piano-terra dell’istituto Calvi di Finale Emilia a causa dello scoppio delle tubature dell’acqua. Oltre al crollo di controsoffittature e plafoniere, sono stati rilevati danni anche alla struttura della palestra, i cui pilastri sono stati schiacciati in diversi punti dalla copertura. Condizioni di parziale inagibilita’ anche per il liceo Morandi di Finale cosi’ come per gli istituti Luosi e Galilei e il liceo Pico a Mirandola, che rimarranno quindi chiusi. Nel corso della giornata le verifiche tecniche sugli altri istituti secondari del territorio provinciale hanno dato esito negativo, consentendo quindi il regolare svolgimento dell’attivita’ didattica nella giornata di lunedi’. Per quanto riguarda la viabilita’, oltre alla chiusura di un tratto della strada provinciale che attraversa San Possidonio, e’ stata disposta a scopo precauzionale anche la chiusura della strada provinciale 7 delle Valli all’altezza del centro abitato di Fossa di Concordia. Danneggiati dalle scosse anche il cavalcaferrovia sulla Sp 468 a San Felice e il ponte della tangenziale di Finale, sempre sulla Sp 468: in attesa che vengano ricollocati gli impalcati che le forti scosse hanno spostato e’ stato disposto il divieto di transito per i mezzi pesanti e fissato il limite massimo di velocita’ a 30 km/h.