Terremoto Emilia Romagna, nella notte altre 34 scosse. Continua lo sciame sismico

MeteoWeb

E’ stata la terza notte di scosse continue avvertite nei Comuni colpiti dal terremoto in Emilia. Intanto a Finale Emilia sono circa 4mila le persone che hanno dormito fuori casa perche’ hanno le abitazioni sventrate o per paura che non siano agibili. Duemila di loro sono state accolte nei 4 campi allestiti in citta’ dalla protezione civile. Oggi nei Comuni epicentro arriva il presidente del Consiglio Mario Monti che visitera’ Sant’Agostino, in cui sono morti 3 operai, e il Comune di Finale che ha il centro storico completamente bloccato a causa del rischio crolli di palazzi pericolanti, che a ogni nuova scossa perdono pezzi.

Sono state 34 le scosse di magnitudo superiore a 2 avvenute nella pianura emiliana dalle 22 di ieri sera alle 7 di questa mattina. Di queste, rende noto la sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), soltanto una e’ stata di magnitudo 3,2, avvenuta alle 3,55. Alla sala sismica stanno giungendo in queste ore anche i dati rilevati da due delle otto stazioni sismiche installate dall’ Ingv in seguito al terremoto e che si trovano in prossimita’ degli epicentri dei due forti terremoti avvenuti il 20 maggio, di magnitudo 5,9 e 5,1.

Finche’ queste scosse proseguiranno non possiamo proseguire con le verifiche di agibilita’ degli appartamenti, la situazione e’ bloccata“. Lo ha riferito Fernando Ferioli, sindaco di Finale Emilia, uno dei comuni colpiti dal terremoto che ieri ha bloccato i controlli negli appartamenti visto il susseguirsi delle scosse. “Finche’ continuano – ha aggiunto Feriolinon hanno senso le verifiche perche’ potrebbe capitare che usciamo da un palazzo che e’ sano, diamo l’agibilita’ e con la scossa successiva invece viene danneggiato mettendo a rischio la vita dei cittadini“. Il blocco delle verifiche comporta che i cittadini sfollati, che a Finale sono circa 4mila, non possano tornare nelle loro case e debbano quindi restare nelle tende o dagli amici che hanno dato loro ospitalita’. Lo sciame sismico e’ proseguito anche oggi, per la terza notte di fila.