Terremoto Emilia Romagna: segnalati nuovi fenomeni di liquefazione del suolo

MeteoWeb

Sono alcune decine i ‘punti di liquefazione’ del terreno individuati in Polesine dalla squadra di geologi volontari che, mentre oggi la terra tremava anche in Veneto, sorvolava la zona a bordo di un elicottero per individuare gli effetti locali del sisma. Si tratta di conseguenze sul terreno causate dal terremoto, ”qui poco note – spiega il vicepresidente dell’Ordine dei geologi del Veneto Roberto Cavazzana – o note soltanto ai geologi, ma ben conosciute in Giappone”. I ‘punti di liquefazione’ si configurano come ”fratture, fessure, in alcuni casi con sabbia depositata ai lati, come macchie biancastre abbastanza facili da individuare dall’alto: ne sono state rilevate diverse decine”. ”Durante la scossa di terremoto eravamo in volo e stavamo sorvolando le zone colpite – afferma Cavazzana – Questi fenomeni dall’alto si vedono bene, ne abbiamo gia’ individuati, anche di nuovi con quest’ultima scossa”.