Caldo: due morti nel cuneese e nelle Marche, sono Enrico Fabi e Matteo Franco

MeteoWeb

Per cercare refrigerio aveva fatto il bagno in un torrente di montagna ed e’ morto a causa di un malore. Un ventenne di Viola (Cuneo), Matteo Franco, e’ stato ritrovato senza vita, alcune ore dopo l’allarme dato dai genitori. Il cadavere e’ stato ritrovato alle 3 di stamani dai vigili del fuoco in un’ansa del Mongia, il torrente che da’ il nome alla vallata cuneese. Il giovane era uscito di casa alle 14,30 e nel pomeriggio i genitori si erano affannati a cercarlo con altri volontari del paese, ma senza esito. Nelle ricerche sono stati poi impegnati i carabinieri della stazione di Mombasiglio, i vigili del fuoco di Ceva e Cuneo, squadre del Soccorso alpino e della Protezione Civile. Nel cuore della notte i vigili del fuoco, hanno prima trovato i vestiti della vittima e poi il corpo in una pozza d’acqua. Il cadavere e’ stato portato all’ Ospedale di Ceva dove verra’ sottoposto ad autopsia. L’ ipotesi piu’ probabile e’ che il ventenne si sia sentito male, in acqua, annegando.

L’imprenditore maceratese Enrico Fabi, 78 anni, e’ morto questa mattina sulla spiaggia di Civitanova Marche (Macerata), mentre passeggiava all’altezza dello chalet Federico. L’uomo si e’ sentito male e a nulla e’ valso l’intervento degli opeartori sanitari del 118. Fabi stava passeggiando lungo la battigia e si e’ improvvisamente accasciato al suolo, chiedendo aiuto. Alcuni bagnanti lo hanno soccorso e hanno allertato l’ospedale, ma l’imprenditore e’ morto prima dell’arrivo dei medici. Sul posto sono intervenuti anche gli uomini della guardia costiera. Enrico Fabi aveva fondato, con il fratello Elisio, il calzaturificio Fabi Shoes: una storia imprenditoriale di successo iniziata nel 1965, quando comincio’ a cucire a mano le prime scarpe. L’azienda di Monte San Giusto, che continua a caratterizzarsi essere guidata dalla famiglia, e’ una delle piu’ conosciute nel panorama del calzaturiero italiano. L’imprenditore lascia la moglie Vilia e due figli, Cinzia e Flaminio.