Clima e ambiente: in Italia sempre meno emissioni di gas serra

MeteoWeb

Le emissioni di gas serra prodotte nel 2011 rientrano nei limiti. E a rendere ”virtuosa l’Italia” e’ la crisi. Lo afferma il rapporto di EcoWay (societa’ che offre consulenza per aziende e pubbliche amministrazioni interessate alle direttive del Protocollo di Kyoto) aggiungendo che pero’ ”a breve lo scenario potrebbe cambiare e generare nuovi costi per le imprese e i consumatori”. Nel 2011, spiega il report (elaborazione dati su fonte Carbon market data), la diminuzione delle emissioni e’ stata del 3% a livello nazionale rispetto agli standard fissati da Bruxelles. Soprattutto a causa della crisi e della diminuzione delle produzioni. ”Il rispetto dei limiti farebbe pensare ad un’Italia virtuosa – osserva Guido Busato, presidente di Ecoway – Purtroppo pero’ questo risultato non dipende tanto da processi industriali piu’ efficienti, quanto da una diminuzione della produzione a livello generale”. In Italia, prosegue il rapporto, c’e’ ”una sovrabbondanza di permessi di emissione di CO2”. Secondo Busato ”se i livelli di produzione industriale tornassero a crescere e’ ipotizzabile uno sforamento complessivo per l’Italia fino al 15% che genererebbe nuovi aumenti per le aziende”. E in alcuni settori e’ ”presumibile che questi rincari si trasformino velocemente in nuovi costi anche per i consumatori”. Le regioni piu’ produttive che si sono mantenute al di sotto dei limiti previsti sono Piemonte, Veneto e Lombardia. Bene anche l’Emilia-Romagna e il Trentino Alto-Adige. I settori che continuano a produrre piu’ emissioni rispetto agli standard imposti sono le attivita’ energetiche e la raffinazione.