Clima: il riepilogo mensile di maggio a Malta: è stato un mese molto secco

MeteoWeb

di Andrea Muscat – Il mese di maggio a Malta è stato più secco del normale, tanto che sono caduti solo 1,4mm di pioggia, 6.5mm al di sotto della media mensile. Solo 0,5mm di quest’accumulo sono caduti sottoforma di vera pioggia, nel corso di due deboli e rapidi rovesci. I rimanenti 0,9mm sono caduti sottoforma di rugiada. Questo tipo di precipitazione non è considerato molto efficace dai giardinieri, a causa del fatto che raramente raggiunge il suolo perché è sempre evaporata rapidamente a causa del forte sole spuntato subito dopo l’alba, e asciugata dal vento.  In tutto abbiamo avuto due giorni di pioggia e tre giorni di rugiada significativa, esclusi altri giorni di rugiada molto più leggera.

Come previsto, maggio è stato anche un mese abbastanza ventoso con una velocità media di 10,6km/h e con una direzione del vento più frequente di NordOvest. La raffica massima è stata di 56,9km/h (forza 7) misurata il giorno 16, sempre da NordOvest, mentre una bassa pressione interessava l’Italia meridionale. Lo stesso giorno su Ta ‘Ghammar Hill il vento ha toccato i 58,3km/h, tuttavia giorno 20 lassù il vento, di scirocco (SudEst) ha toccato i 69,4km/h (forza 8). La velocità del vento ha superato forza 6 ben 8 giorni.

La temperatura media del mese è stata di 20,03°C, in linea con le medie stagionali. Le temperature minime, mediamente, sono state di +17,5°C, le massime di +22,6°C, anche in questi casi in linea con le medie del periodo. La temperatura più alta è stata di +25,6°C giorno 11, mentre la più bassa è stata di +15,8°C la notte del 17.
La media mensile Index Humidex è stata calcolata a 26,3°C, con il picco più alto registrato a +31°C il 27, 28 e il 30. La media mensile di umidità relativa è stata inferiore alla media del  60% a causa della mancanza di precipitazioni e a molti giorni di sole ininterrotto.

La più bassa umidità è stata, infatti, del 40%. Il punto di rugiada media mensile è stato calcolato di +14,0°C.

La pressione barometrica ha avuto una media di 1013mb, un picco massimo di 1022 mb giorno 11 e un picco minimo di 1000mb giorno 20, mentre una bassa pressione interessava il Mediterraneo centrale.

Il sole ha “brillato” con un’intensità media di UV 8 che è in grado di presentare un rischio molto elevato di danni al corpo umano dall’esposizione al sole senza protezione.

Non ci sono stati né tuoni né grandine. Abbiamo però avuto ben 10 giorni di nebbie e foschie anche se solo in due di questi giorni la visibilità è stata ridotta con nebbia fitta (il 3 e il 26), tanto che a Gharb la visibilità era inferiore ai 100 metri. Questa nebbia frequente è stata causata dall’alta pressione che ha dominato il Mediterraneo per la maggior parte del mese,con notti di  cielo sereno in cui è stata favorita la perdita di calore per irraggiamento, al punto da portare alla rapida condensazione di goccioline d’acqua in prossimità del suolo.

I valori utilizzati nella presente relazione sono stati misurati a Gharb, una località situata ad ovest dell’isola di Gozo a un’altitudine di circa 110 metri sul livello del mare e ad una distanza di circa 2,5 km dal mare.