Emergenza caldo: è iniziata l’operazione “Estate sicura”, sempre attivo il numero verde 1500

MeteoWeb

Il ministero della Salute ha avviato l’operazione “Estate sicura”. Dalle 14 di mercoledi’ 20 giugno, tutti i giorni dalle 8 alle 18, compreso il sabato e la domenica, e’ attivo il numero gratuito nazionale 1500 che fornisce direttamente ai cittadini informazioni e consigli su come difendersi dal caldo e indicazioni sui servizi e sugli altri numeri verdi attivati dalle Regioni e dai Comuni, in particolare per fornire supporto alle persone anziane e agli altri soggetti che soffrono di piu’ l’aumento delle temperature. Al numero 1500 risponde personale altamente qualificato e appositamente formato, in grado di soddisfare le richieste di informazione di base, e anche dirigenti sanitari (medici, veterinari, farmacisti, chimici, biologi e psicologi), per soddisfare le richieste piu’ complesse. Quest’anno il ministero ha scelto di avvalersi, per la gestione del servizio, unicamente del proprio personale: questo assicurera’ la realizzazione di ulteriori risparmi, che si andranno a sommare a quelli derivati da altre iniziative previste nel piano triennale di risparmio, e soprattutto garantira’ piu’ qualita’ e trasparenza nella relazione diretta tra l’Istituzione e i cittadini. Il call center nazionale si affianca alle altre iniziative del ministero della Salute per far fronte all’ondata di caldo: il Sistema di previsione allarme meteo, in funzione gia’ dal 15 maggio sul portale del Ministero e che emette un bollettino per 27 aree urbane del Paese, e la pagina web dedicata al caldo, sempre sul portale, con il decalogo per l’estate sicura e gli opuscoli rivolti alla popolazione generale ma anche a medici, operatori di istituti di ricovero per anziani e badanti (per loro il materiale e’ disponibile in sei lingue, tra cui rumeno, russo e polacco). Inoltre, con il supporto tecnico del ministero, 25 citta’ italiane hanno attivato a livello locale la cosiddetta “Anagrafe della suscettibilita'”: uno strumento che censisce le persone piu’ suscettibili all’aumento delle temperature, per le quali scattano misure di protezione e controllo non appena il sistema di allarme meteo segnala l’arrivo di un’ondata di calore.