Gran caldo in arrivo: le regole per non farlo soffrire a cani e gatti

MeteoWeb

“A patire la canicola non sono soltanto gli uomini ma anche gli animali. Cani e gatti non ‘sudano’ come noi e, per abbassare la loro temperatura corporea (gia’ normalmente intorno ai 38,5°), aumentano i ritmi respiratori. Pertanto – prosegue la nota – gli si deve sempre garantire un luogo ombreggiato e ventilato, acqua fresca, cibo leggero e facile da digerire”. Lo sottolinea l’Enpa, Ente nazionale protezione animali – L’Enpa ha preparato un vademecum ”con alcune semplici regole per garantire un’estate serena anche agli animani domestici come cani e gatti: non ‘dimenticare’ mai un animale incustodito dentro l’auto. Non costringere i cani a sforzi eccessivi. Sono assolutamente da evitare le passeggiate nelle ore piu’ calde della giornata. Da evitare anche le gare o le attivita’ sportive. inoltre – prosegue la nota – l’Enpa raccomanda di prestare particolare attenzione ai parassiti applicando preventivamente sull’animale un antiparassitario adatto alla specie e alla taglia”. “Per i pesci, ricorda l’Enpa, “obbligare questi animali a vivere in un acquario significa infliggere loro inutili sofferenze. Tuttavia, chi dovesse possedere un acquario non dovrebbe esporlo al sole diretto. E’ inoltre importante cambiare l’acqua regolarmente avendo cura di togliere le alghe che si formano. Chi avesse un laghetto in giardino deve riempirlo regolarmente per compensare l’acqua che evapora e sostituire cosi’ l’ossigeno perso. Lo stesso vale per canarini e criceti che non dovrebbero essere costretti alla cattivita’ e che, comunque, non dovrebbero mai essere lasciati sul balcone al sole diretto; le gabbiette vanno posizionate in un luogo fresco, arieggiato e ombreggiato”.