I primati sono molto simili agli esseri umani in ogni loro comportamento

MeteoWeb

Fanno la pace e la guerra, stringono relazioni e provano empatia, i primati non sono mai stati cosi’ simili agli esseri umani secondo un report pubblicato su Phys.org che evidenzia l’accumularsi di ricerche recenti che rivelano le tante caratteristiche “human-like” dei nostri piu’ prossimi antenati: i babbuini che sono capaci di distinguere tra parole senza e con senso, le scimmie che sono in grado di eseguire moltiplicazioni o ancora l’orango tango che riesce a pianificare sul lungo periodo. “Studiare i primati anno dopo anno dimostra che ne abbiamo sottovalutato nel tempo le abilita'” ha spiegato al sito statunitense Josep Call, direttore del Centro di ricerca sui Primati del Max Planck Institute in Germania. “Ogni giorno scopriamo quanto siano simili a noi molto di piu’ di quanto abbiamo mai immaginato”. Non solo scimmie e babbuini, le sorprese recenti, riporta l’articolo, riguardano anche delfini ed elefanti che hanno manifestato la capacita’ di riconoscersi allo specchio e gli orsi che, invece, hanno svelato discrete abilita’ a contare.