Il servizio meteo Usa è in crisi: 5.000 dipendenti in congedo, a rischio le previsioni degli uragani

MeteoWeb
Credit: NASA

La crisi investe il servizio meteorologico americano, che – a meno di un intervento che risolva i problemi di buchi di bilancio dell’agenzia, pari a 36 milioni di dollari – sara’ costretto a mandare in congedo non retribuito fino a 5mila dipendenti per 13 giorni tra luglio e settembre, e rischiare di compromettere cosi’ la propria attivita’ nel pieno della stagione degli uragani. A renderlo noto ai legislatori di Washington e’ stato il National Weather Service, scrive oggi il Washington Post. Un’inchiesta interna resa pubblica il mese scorso ha rivelato che per anni l’agenzia aveva destinato milioni di dollari che il Congresso aveva stanziato per altri progetti al pagamento dei propri dipendenti. A questo punto la pratica della ricollocazione dei fondi – che secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration, da cui dipende l’agenzia non ha comportato alcun guadagno personale – e’ stata sospesa. Il Weather Service conta 122 uffici di previsioni in tutto il paese e controlla centri chiave come il National Hurricane Center di Miami e lo Storm Prediction Center di Norman, Oklahoma.