Le previsioni meteo dell’aeronautica militare per i prossimi giorni, fino al 2 luglio

MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: un sistema frontale in transito sull’Europa orientale interessa marginalmente le regioni centro-settentrionali adriatiche ed il settore alpino e prealpino; sul resto d’Italia prevalgono condizioni di stabilita’ atmosferica. Tempo previsto fino alle 8 di domani. Nord: nuvolosita’ temporaneamente consistente potra’ determinare locali rovesci o brevi temporali fino al tardo pomeriggio-prima serata sull’Appennino emiliano-romagnolo cosi’ come su Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Piemonte settentrionale e restanti settori alpini e prealpini, in graduale miglioramento dalla sera e nella notte; poche nubi ed ampi rasserenamenti sul resto del nord salvo qualche nube sparsa nel pomeriggio sulle pianure di Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Centro e Sardegna: nubi temporaneamente consistenti potranno dar luogo a qualche locale rovescio o breve temporale su Marche ed Abruzzo fino al tardo pomeriggio-prima serata, specie su aree interne ed appenniniche, con cielo che tornera’ sgombro da nubi durante le ore notturne; sul resto del centro ampio e prevalente soleggiamento salvo qualche nube piu’ consistente nel pomeriggio sull’Umbria e restanti aree appenniniche dove non si esclude qualche occasionale e breve piovasco. Sud e Sicilia: ampio e prevalente soleggiamento salvo nubi ad evoluzione diurna su Molise, Puglia garganica ed aree interne ed appenniniche di Campania e Basilicata ma senza fenomeni di rilievo associati. Temperature: massime in diminuzione al nord, specie settore centro-orientale, e regioni centro-meridionali adriatiche; minime in diminuzione su tutte le regioni del versante adriatico, specie quelle centrali. Venti: moderati settentrionali sulle regioni centro-meridionali adriatiche, deboli orientali al nord con qualche rinforzo sulle regioni adriatiche; deboli settentrionali sul resto d’Italia con moderati e locali rinforzi su Sardegna, Sicilia e, dalla notte, su Campania, Basilicata e settore jonico della Calabria. Mari: poco mosso l’alto Tirreno, poco mossi anche basso Adriatico e Jonio ma con moto ondoso in aumento ad iniziare dal basso Adriatico; molto mossi mare e canale di Sardegna e stretto di Sicilia, con moto ondoso in diminuzione ad iniziare dal mare di Sardegna; mossi i rimanenti mari, con moto ondoso in diminuzione ad eccezione di medio Adriatico e basso Tirreno.

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, lunedi’ 25 giugno. Nord: qualche modesto annuvolamento e brevi rovesci pomeridiani sull’area alpina, specie a nord-est, in un contesto di tempo stabile e soleggiato. Centro e Sardegna: cielo in prevalenza sereno, salvo locale aumento delle nubi nelle ore calde, eventi comunque limitati alle zone appenniniche. Sud e Sicilia: cielo sereno o poco nuvoloso, ma con annuvolamenti pomeridiani sull’Appennino, specie in Calabria, nubi cui si assoceranno isolate manifestazioni temporalesche seguite da ampie schiarite serali. Temperature: minime in diminuzione sulle regioni adriatiche centro-meridionali e localmente anche su Sicilia e Calabria; senza variazioni di rilievo sul resto del paese; massime in diminuzione al sud, ma limitatamente ai settori jonico ed Adriatico, e in nuovo aumento sulle zone alpine e sulla pianura padana centro-orientale; senza variazioni importanti sul resto del paese. Venti: deboli o moderati dai quadranti settentrionali su gran parte del paese, con rinforzi da nord sulla Puglia e sulla Calabria jonica. Mari: mossi il basso Adriatico, lo Jonio, lo stretto di Sicilia e il mar di Sardegna. In genere poco mossi tutti gli altri mari.

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. Giovedi’ 28 giugno Nord: nubi irregolari per lo piu’ medio-alte in transito sulle zone pianeggianti; nuvolosita’ piu’ compatta sull’area alpina, sebbene limitatamente alle ore centrali del giorno, con rovesci o isolati temporali specie tra Piemonte e Lombardia. Centro e Sardegna: qualche velatura sulla Sardegna; scarsa o del tutto assente la nuvolosita’ sul centro peninsulare. Sud e Sicilia: cielo sereno o poco nuvoloso. Temperature: minime senza variazioni di rilievo; massime in lieve aumento sul nord-est e su tutte le regioni adriatiche e stazionarie sul resto del territorio. Venti: moderati da nord-ovest sul Salento e sulla Calabria jonica; deboli variabili sul resto del paese, con rinforzi di brezza pomeridiani lungo le coste. Mari: mossi il canale d’Otranto e lo Jonio al largo; quasi calmi o poco mossi tutti gli altri mari. Venerdi’ 29 giugno Instabilita’ pomeridiana abbastanza diffusa sulle alpi e, in modo piu’ localizzato, sull’Appennino centro-meridionale, comunque in un contesto di bel tempo per le coste e le zone pianeggianti; tornano ad aumentare decisamente le temperature; ventilazione che tendera’ a provenire dai quadranti orientali, pur assumendo regime di brezza lungo le coste; mari quasi calmi o poco mossi. Sabato 30 giugno Ancora qualche isolato piovasco sulle alpi; stabile e soleggiato sul resto del paese; temperature in ulteriore aumento, con condizioni di onda di calore al centro-sud e sulla pianura padana; venti che tenderanno a disporsi dai quadranti meridionali e mari quasi calmi o poco mossi, ma con moto ondoso in aumento sul mar di Sardegna. Domenica 1 e lunedi’ 2 luglio Per domenica bel tempo e caldo intenso al centro-sud, con moderate condizioni di disagio per onda di calore; qualche annuvolamento sulle zone pianeggianti del nord; nubi che si faranno intense invece in area alpina, con rovesci e temporali a carattere sparso nella seconda parte della giornata, fenomeni che sconfineranno sulle zone pianeggianti di Piemonte e Lombardia nella serata e nella notte; per lunedi’ tempo incerto al Settentrione e un po’ di nubi che si affacciano anche sulle regioni centro-meridionali, accompagnate pero’ da aria piu’ fresca e ventilazione piu’ sostenuta, con conseguente generale intensificazione del moto ondoso dei mari.