Previsioni Meteo: ultime ore piacevoli, poi una bolla di gran caldo Africano avvolgerà l’Italia per molti giorni

MeteoWeb

Ultime ore dal clima piacevole sull’Italia, in attesa dell’arrivo del gran caldo nord Africano: oggi solo pochissime località delle zone interne di Puglia e Campania hanno sfiorato i +30°C e la città più calda in assoluto è stata Lecce con +28°C, insieme a Trapani e Ferrara, seguite da Roma, Firenze, Palermo, Verona, Bologna, Viterbo, Perugia, Cagliari, Crotone e Latina a +27°C. Temperature comunque non certo eccessive. In molte altre località ha fatto addirittura fresco, dai +22°C di Genova ai +23°C di Torino, Ancona, Cuneo e Bergamo, dai +24°C di Bari, Trieste, Termoli, Ravenna, Pisa, Venezia e Piacenza ai +21°C di Albenga.
Ma queste temperature così gradevoli lasceranno spazio nei prossimi giorni a una forte avanzata del gran caldo nord Africano: la risalita di un anticiclone Sub-Tropicale dal Maghreb verso il Mediterraeo centrale e l’Europa orientale determinerà la seconda significativa avvezione di calore di questa stagione estiva, partita subito senza singhiozzo almeno al sud Italia, dove sole e a tratti anche caldo la fanno da padrone da molto tempo. Le temperature aumenteranno gradualmente ma in modo imperterrito a partire dalle prossime ore, sin dalla giornata di domani, venerdì 15 giugno, e nel weekend sarà un’escalation di caldo in tutte le Regioni. Domenica si inizierà a fare sul serio con picchi diffusamente superiori ai +30°C e qualche valore fino a +35°C, ma il “clou” del caldo sarà la prossima settimana, da lunedì 18 a venerdì 22
Il caldo, infatti, durerà a lungo, almeno una settimana intera e probabilmente anche di più almeno al centro/sud. Intanto sull’Europa nord/occidentale, e in modo particolare sulle isole Britanniche, continuerà a far freddo e a piovere in modo abbondante e insistente, come ormai non smette da diversi mesi e precisamente dall’inizio di aprile. In tal senso, le mappe sinottiche di Ecmwf a corredo dell’articolo illustrano bene la risalita calda dal nord Africa verso l’est Europeo, e le continue discese fredde dal circolo polare Artico fin sulla Gran Bretagna.
In Italia, i picchi più caldi si raggiungeranno tra mercoledì 20 e giovedì 21, con temperature a ridosso dei +40°C in molte Regioni, soprattutto per quanto riguarda la temperatura percepita dal corpo umano. Ricordiamo che l’indice di calore è la temperatura percepita dal corpo umano, che si differenzia dalla temperatura in sè poichè è frutto del rapporto tra i gradi centigradi e la percentuale di umidità relativa. In questa nostra pagina è possibile comodamente calcolare l’indice di calore, avendo a disposizione i dati di partenza, cioè temperatura e umidità. Il risultato sarà la temperatura percepita dal corpo umano.
Continuate a seguirci e nei prossimi aggiornamenti entreremo meglio nel dettaglio dell’ondata di calore con tutti gli approfondimenti meteorologici e climatici.