Rischio sismico: la Regione Umbria stanzia fondi per verifiche alle strutture

MeteoWeb
Credit: ESA

Ammontano a circa 508mila euro le risorse destinate dalla Giunta regionale dell’Umbria, su iniziativa dell’assessore alla mitigazione del rischio sismico e geologico, Stefano Vinti, per l’esecuzione delle verifiche sismiche su edifici strategici e rilevanti per le finalita’ di protezione civile. Il contributo regionale rientra nel Programma operativo regionale Fesr 2007/2013.  “In seguito ad un censimento effettuato sugli edifici di particolare rilevanza presenti sul territorio – spiega Vinti – e coordinato dagli uffici regionali in base ai criteri stabiliti dalla protezione civile che ha fornito un’apposita scheda, e’ stata elaborata, su proposta degli enti locali, una schedatura degli edifici e, successivamente a questi e’ stato attribuito un punteggio per individuare quelli che necessitavano in forma prioritaria di interventi”. A beneficiare delle risorse saranno la Provincia di Perugia e di Terni e i Comuni di Assisi, Foligno, Gubbio e Perugia. In seguito ai dati raccolti, la Giunta regionale ha quindi approvato il seguente schema di ripartizione i cui interventi interesseranno prevalentemente sedi di istituti scolastici: 192.408 euro andranno alla Provincia di Perugia, 44.768 euro alla Provincia di Terni, 28.801 al Comune di Assisi, 141.429 al Comune di Foligno, 30.322 al Comune di Gubbio, 69.322 al Comune di Terni. “In attesa di un impegno piu’ forte da parte del Governo centrale – ha concluso l’assessore – la Regione Umbria con questo ulteriore stanziamento di risorse rinnova il suo impegno con la consapevolezza che una buona prevenzione possa mettere in sicurezza il territorio, gli edifici e le strutture pubbliche”.