Terremoto: assistenza sanitaria tra le tendopoli, ambulatorio gratuito di Emergency

MeteoWeb

Proseguono a pieno ritmo le attivita’ per garantire l’assistenza sanitaria nei campi accoglienza e per poter ripristinare il funzionamento delle strutture sanitarie danneggiate dal terremoto. Lo rende noto l’Azienda Usl di Modena ricordando che al lavoro dei professionisti e degli operatori dell’azienda sanitaria, dei medici di famiglia e dei pediatri, si sta efficacemente affiancando l’impegno di numerose associazioni di volontariato. Ultima iniziativa e’ un ambulatorio messo gratuitamente a disposizione da Emergency. “Pur tra tante difficolta’, dovute anche al caldo che in questi ultimi giorni sta interessando le aree colpite dal sisma, continua ad essere garantita l’assistenza sanitaria alla popolazione che si trova nei campi accoglienza”, afferma il direttore generale dell’Azienda Usl di Modena Mariella Martini. “Il merito va a tutti coloro che, sin dai primi momenti, si sono adoperati per questo. C’e’ stata una risposta davvero corale – aggiunge Martini- che ha evidenziato la forza della rete nonostante sia stata messa a durissima prova. Un ringraziamento va ai medici di famiglia, ai pediatri, ai professionisti e agli operatori delle aziende sanitarie che hanno agito con professionalita’ e disponibilita’ e che sono stati efficacemente affiancati dalle istituzioni, dal volontariato e dalla Protezione Civile”. Un ringraziamento, infine “a Emergency – conclude la dg – che ha deciso di mettere gratuitamente a disposizione un ambulatorio mobile, Polibus, dove operano medici di famiglia e operatori dell’ospedale e del distretto sanitario e che va ad affiancarsi alle strutture e alle attivita’ gia’ esistenti per garantire l’assistenza”. L’ambulatorio mobile di Emergency, presso il quale saranno presenti anche mediatori culturali dell’associazione, operera’ nei campi accoglienza a Rovereto, Novi e nel campo delle piscine di Carpi.