Terremoto, Bertolaso: “la protezione civile patisce il ‘freno a mano’ delle nuove norme”

MeteoWeb

I ”ragazzi della Protezione civile” patiscono ”il freno a mano tirato dalle nuove norme che rende difficile il loro lavoro in Emilia”. Lo sottolinea Guido Bertolaso, ex Capo del Dipartimento della Protezione civile, in un intervento pubblicato sul suo blog e relativo all’esperienza che sta vivendo in questi mesi nel Sud del Sudan. ”Mi sento come ammalato, debilitato, incapace di vivere in pieno e con serenita’ la mia condizione di innocente fino a prova contraria. Sono consapevole di esser tirato in ballo ancora oggi per la stolidita’ di alcuni, ma soprattutto per il timore di altri, spaventati di vedermi ricomparire in sella, magari di una qualche fantomatica lista civica; ma cio’ -rileva- non mi regala felicita’ ne’ soddisfazione”. ”Ma io sono un uomo libero e so che la medicina che mi serve e’ in Africa, in quell’Ospedale che in tempi per me sereni ho contribuito a costruire con i ragazzi della Protezione Civile italiana. Gli stessi -osserva- che si sono esaltati in Abruzzo e che patiscono oggi il freno a mano tirato dalle nuove norme che rende difficile il loro lavoro in Emilia”.