Terremoto: domenica a Cavezzo si inaugura la bibliotenda

MeteoWeb

Domenica a Cavezzo, cittadina del Modenese tra le piu’ colpite dal sisma che ha ferito l’Emilia, si inaugurera’ una ‘bibliotenda’ attrezzata dono dell’Istituto comprensivo di Copertino, in provincia di Lecce. La struttura, che sorgera’ nel giardino della casa di riposo, non e’ che uno delle tante iniziative in soccorso delle biblioteche modenesi danneggiate dal terremoto. L’ufficio stampa del Comune di Ferrara – si legge in una nota della Provincia di Modena – ha consegnato alla Protezione civile 10.000 volumi, donati da diverse case editrici e ora in attesa di distribuzione, mentre la biblioteca di Cervia (Ravenna) ha messo a disposizione un bibliobus per i Comuni dell’area nord. Al momento sono completamente inagibili le biblioteche comunali di Finale Emilia, Mirandola, San Felice, Cavezzo, Novi e Concordia, che sta allestendo una sede provvisoria nell’asilo nido comunale. Sono invece temporaneamente chiuse per lavori di consolidamento le biblioteche di Soliera, Bastiglia, Marano e Nonantola dove e’ in allestimento una sede da campo all’interno di una tensostruttura. Sono chiuse, pur non avendo riportato danni, anche le biblioteche di Camposanto, San Prospero, che ospita gli sfollati, Medolla e la Biblioteca estense universitaria di Modena in attesa che si concludano le verifiche sul Palazzo dei Musei. Sono invece parzialmente aperte le biblioteche di Carpi e Campogalliano. ”La Provincia – spiega Elena Malaguti, assessore provinciale all’Istruzione e alla Cultura – ha istituito una specifica causale per la raccolta fondi destinata alle biblioteche modenesi colpite dal terremoto, ma sono tanti i Comuni, gli enti e le altre biblioteche, modenesi e da fuori provincia, che sostengono l’acquisto di libri nuovi o le raccolte di volumi per ricomporre le raccolte perdute e riportare un po’ di normalita’ anche in questo settore e a loro va tutto il nostro ringraziamento”.