Terremoto Emilia. Aiutiamoli a ripartire – Reportage, link e contatti

    /
    MeteoWeb

    di Manuela Vielhttp://fiordivanilla.it/ – (fotografie © Carlo Ficohttp://www.images-it.com/Images/Home.html) – E’ difficile per me cominciare a scrivere di questa tragedia. Da dove partire?

    “Loro” scelgono di riparte dal desiderio di vita, di bellezza, di eleganza, dal desiderio di mostrarsi al meglio, sempre e comunque. Questa è la tempra che contraddistingue gli emiliani ed è proprio così che li abbiamo visti e vissuti.

    Sabato 2 giugno, io e Carlo Fico, amico e fotografo professionista, siamo partiti all’alba in direzione Finale Emilia con l’obiettivo di documentare il dramma del sisma.

    Sono le 10.30 quando arriviamo nel Comune di Moglia. Quasi senza rendercene conto ci troviamo su una strada dritta che affianca un caseificio della zona: distrutto. Voglio trasmettere immagini umane, simboliche, di rinascita, proprio come la gente del posto. Ma non posso fare a meno di documentare anche parte della tragedia causata dal terremoto.

    Ho capito che osservare la tragedia dal vivo, con i propri occhi, non ha nulla a che vedere con le istantanee viste in tv o sui giornali, che fanno da sfondo a una telecronaca spesso priva di enfasi e di emotività.

    Ci fermiamo in un capannone destinato alla vendita diretta di carne e salumi. Mentre Carlo scatta qualche foto, io conosco il proprietario dell’azienda. Poche parole. Gli occhi gli brillano di lacrime trattenute, le labbra si schiudono in un sorriso sarcastico. “Noi qui neanche parliamo di lavoro. Pensiamo solo a come e quando sarà possibile rimetterci in piedi e provare a ripartire. Non è facile. Non abbiamo nessuna certezza.”

    Arriviamo nel comune di Concordia sulla Secchia. Concordia è deserta, i negozi sono tutti chiusi, benzinai, supermercati, bar, serrande abbassate e per strada non c’è anima.
    Parcheggiamo, due passi a piedi ed ecco qualche segno di vita in piazza Roma. Anziani seduti a chiacchierare, bambini che giocano, vigili del fuoco a disposizione per ogni tipo di informazione.
    Gli abitanti passano le giornate seduti sotto gli alberi, sotto tendoni impiantati nel terreno sorretti dalle tettoie dei camper o delle roulotte, oppure nelle tende montate nel giardino della propria abitazione. C’è chi invece si mette in fila per un posto alla tendopoli. La Protezione Civile e il Genio costituiscono il personale della tendopoli e sono un aiuto prezioso, essenziale.
    Gli aiuti arrivano anche da parte di Legambiente che ha proposto una rete di gemellaggi per aiutare i comuni terremotati e far ripartire l’Emilia.

    Le giornate dei terremotati passano così, cercando di non pensare, cercando di alleviare l’interminabile angoscia e sofferenza di un terremoto che non vuole saperne di dare tregua e il pensiero – per molti – di non avere neanche più un posto sicuro dove tornare.

    Nonostante tutto, c’è vita. C’è speranza. E sono cose, scusate, che io non oso dare per scontato. Nessuno si perde d’animo e la gente ha ancora la forza di sorridere. Continua a sperare per il futuro.

    Dopo la forte scossa del 29 maggio, hanno attivano il Centro Operativo Comunale e il posto di comando avanzato dei Vigili del Fuoco presso il nido d’infanzia in via Lenin, 43 (info tel. 0535 5429).
    Camminiamo verso l’asilo di Concordia. Nel tragitto notiamo due signore in una Mini grigio metallizzato che viaggiano a passo d’uomo.
    Le signore si fermavano davanti al giardino di ogni abitazione e affiancavano ogni passante (noi compresi) offrendo pane fresco, che la signora seduta dalla parte del passeggero teneva un grosso sacco di carta. Come se fosse abbastanza, nell’asilo di Concordia si sono preoccupati di chiederci se eravamo affamati o assetati. Si sono preoccupati di offrirci “almeno un caffè”. Ho sentito parole come “mi dispiace non potervi offrire molto altro”. Avevo le lacrime agli occhi tanto era il mio stupore e la mia ammirazione per chi, nonostante la situazione disperata, fa di tutto per presentarsi al meglio. E lo fa con naturalezza, perché nel dna di questa gente.
    Ecco, queste sono cose per le quali conservo un ricordo a modo suo “bello”, tutt’altro che triste. Sono immagini “forti”, immagini di vita.

    LINK, INDIRIZZI MAIL, CONTATTI.
    (in rosso gli aggiornamenti)

    Non ci sono parole per descrivere la tragicità di una simile disgrazia. Non bastava la crisi economica, ci voleva anche il terremoto, che ha colpito le zone più produttive del settore agricolo, note soprattutto per la produzione di Parmigiano Reggiano e Grana.
    Tra macchinari distrutti, capannoni crollati, forme di formaggio danneggiate, le perdite ammontano a più di 500 milioni di euro. Le forme danneggiate non possono più continuare la stagionatura e per questo i produttori hanno deciso di mettere in vendita il formaggio ancora “giovane” a prezzi di produzione.

    È possibile fare qualcosa per contribuire alla rinascita dei comuni terremotati e della loro gente? Sì. Chi tramite bonifico con cospicue offerte di denaro, chi con offerte di pochi euro (non meno valorose e considerevoli delle prime) … e tanto altro che elencherò di seguito. Non è necessario donare centinaia di euro, ne basterebbe anche uno, 1 solo euro a testa che, moltiplicato per il numero di italiani, sarebbe già un risultato più che soddisfacente.

    Questo post insieme ai vostri commenti vuole essere una fitta raccolta di informazioni, notizie e informazioni utili, link, contatti e chi più ne ha più ne metta, allo scopo di creare un punto di riferimento dove chiunque può scrivere (nei commenti) quante più informazioni possibili sull’argomento sisma. I VOSTRI COMMENTI SONO IMPORTANTISSIMI.

    Non tutti hanno la possibilità di fare donazioni. Proprio per questo ognuno dovrebbe sentirsi libero di donare quel che può e come può. Anche semplicemente aderendo alle raccolte per aiutare i terremotati della Bassa. Il Comune ha spiegato che chiunque voglia dare una mano può aggregarsi e contattare la referente MARILENA MACCHI al seguente indirizzo: macchi.marilena@comune.castelfranco.mo.it

    A Castelfranco è stata attivata anche una seconda raccolta di prodotti per l’igiene personale e quant’altro di utile possa essere offerto ai terremotati. Coperte, lenzuola, saponi, vestiti per bambini in buono stato… e il tutto arriverà ai terremotati della Bassa.

    COSA INVIARE E DOVE
    IMPORTANTE1: per il momento non c’è la necessità di generi alimentari e indumenti. Tuttavia di questi prodotti ce ne sarà bisogno anche nei mesi a venire perciò i comuni invitano a rinviare la donazione nelle prossime settimane, per garantire un approvvigionamento continuo e costante.

    IMPORTANTE2: per ragioni igieniche e in base alle normative vigenti, è indispensabile che gli indumenti e la biancheria donate siano nuovi o sterilizzati (lavati a secco ed incellofanati da una lavanderia, che attesti l’avvenuta sterilizzazione). Il Centro Servizi per il volontariato sta stipulando accordi con lavanderie per provvedere alla sterilizzazione qualora non fosse già stata effettuata dai donatori. Se possibile è meglio provvedere direttamente oppure segnalare la volontà di consegnare prodotti non sterilizzati.

    Modena
    – ARCI Modena (via 4 novembre 40/l, per info
    modena@arci.it). Generi alimenatri, acqua, lenzuola e vestiti, solo se sterilizzati o nuovi
    Aperto dal lun al ven 9-13, 14.30-18.30

    – Centro Servizi per il Volontariato di Modena (Via Cittadella, 30) – Igiene personale (dentifricio, saponi, spazzolini. etc), articoli per l’infanzia, prodotti per anziani (pannoloni, creme lenitive, etc).
    Aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00; martedì e giovedì dall 15.00 alle 18.30, sabato ore 9-16,00, domenica ore 9,00-17,00.  

    –  Magazzino del Pd a Ponte Alto: punto di raccolta di generi non deperibili: in funzione dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00  

    Carpi
    Si raccolgono materiali presso il Magazzino Comunale in via Watt, 4 (nella zona industriale).
    Apertura tutti i giorni.
    Si raccolgono in particolare letti e brandine, lenzuola (nuove o sterilizzate), coperte (nuove o sterilizzate), cuscini (nuovi o sterilizzati)

    Castelnuovo Rangone e Montale
    Si raccolgono materiali (in particolare materiale per bambini -omogeneizzati di carne, pesce e frutta, pannolini, latte in polvere, pomate, giochi in buono stato- scatolame, vestiario intimo solo nuovo, vestiti in buono stato e puliti) da consegnare presso il Centro Civico di Montale in via Zenzalose di fronte alla biblioteca Lori
    Gli orari di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16:30 alle 21:00sabato dalle 14:00 alle 16:30
    Coloro che vogliono dare una mano a ritirare, sistemare e imballare, possono chiamare: Romina 3488744195 o Fabienne 3491034210 oppure scrivere all’indirizzo
    info@genitori-icleopardi.org

    Sassuolo

    Raccolta di qualunque genere utile alla popolazione colpita dal sisma presso il magazzino comunale di Protezione Civile di via Pia, 123.
    Il magazzino è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 13.00 e dalle ore 13.45 alle 20.00. Tel. 0536/1844882.

    Savignano

    Il materiale viene raccolto presso la sede della Protezione Civile di Savignano sul Panaro (all’interno della biblioteca comunale – Via Doccia, 72).
    Apertura dal lun. al sab. 10.00-12.00 e lun., mart., giov., ven. 18.00-20.00.
    Si raccoglie in particolare pasta.
    Per ulteriori informazioni, tel. 059-759952

    Castelfranco
    Raccolta presso il Comune. Piccoli quantitativi di di vestiario nuovo o sterilizzato, prodotti per igiene personale e prodotti non deperibili.
    Consegnare il materiale all’ufficio Volontariato, Via Cirdondaria Sud 20 (dietro il teatro Dadà, ex biblioteca) dal lunedì al sabato, dalle 8.30 alle 13.00 e giovedì dalle 14,30 alle 17,00. Info: M.Macchi, 059/959385.

    Frignano

    Punto di raccolta presso Parrocchia San Bartolomeo -Pavullo gestita dagli Scout di Pavullo 1 insieme ai volontari di Insieme per gli altri e
    Tutti i giorni, ore 8.00 – 20.00
    Referenti: Ricci Vincenzo, 328 2134754 – Tino Capone: 366 6037501

    Mirandola
    Il Comune ricorda che non c’è bisogno di aiuti materiali ma di contributi economici. E’ possibile effettuare un versamento in denaro direttamente al Comune di Mirandola: codice IBAN IT87N0503466850000000005050, codice SWIFT BAPPIT21405, con causale “terremoto maggio 2012“.

    Vignola
    Questo Comune è pieno di rifornimenti, perciò il punto di raccolta è per ora sospeso.
    Ad ogni modo, a raccogliere il materiale è la Pubblica Assistenza di Vignola – via Gramsci 1. Apertura tutti i giorni dalle 8 alle 23.
    Per info:
    protezionecivile@pubblicaassistenzavignola.org

    A questo proposito, chi ha la possibilità di mettere a disposizione capannoni o altri spazi per lo stoccaggio di prodotti, mezzi, etc. utili alle popolazioni colpite dal terremoto, possono segnalare la disponibilità al numero 059 454608 – 059 454249, Consorzio attività produttive.

    ALTRI ARTICOLI CHE POSSONO ESSERE CONSEGNATI PRESSO I COMUNI COLPITI DAL TERREMOTO
    – Frutta, verdura e carne
    – Tavoli di legno e panche
    – WC chimici
    In questi tre casi, per la consegna occorre rivolgersi e prendere accordi con
    Il Centro di Servizio per il Volontariato, tel. 059212003

    ALLOGGI E POSTI LETTO, CAMPER, ROULOTTE
    Proprietari di Hotel, B&B, Motel, locande o anche privati cittadini che si sentono di aiutare nella zona di Modena o Carpi o comunque limitrofa alla zone di Finale, ci sarebbe bisogno di posti per ospitare chi ha subito danni alla propria abitazione.
    Se qualcuno fosse disponibile può inviare una mail a
    radiobruno@radiobruno.it con oggetto: “Importante: alloggi”

    Per tutti coloro che avessero a disposizione posti letto è anche attivo un gruppo su facebook (“Un tetto per i cittadini della Bassa”) a cui poter segnalare le disponibilità.

    Tra le tante cose di cui hanno bisogno, in particolare camper e roulotte:
    http://www.panzallaria.com/2012/06/03/terremoto-se-volete-prestare-roulottecamper-alle-famiglie-sfollate-contattatemi/

    COMPRARE IL PARMIGIANO REGGIANO
    Sappiamo tutti che in Italia è scattata una vera e propria “gara” all’acquisto solidale del parmigiano. Le forme colpite dal sisma superano le 600mila unità.
    Formate un consistente gruppo d’acquisto, chiamate i caseifici e acquistate il vostro formaggio. Questo è un modo per aiutare i caseifici colpiti dal sisma, il modo più utile per alleviare le perdite delle aziende, un modo per acquistare sì un prodotto a prezzi convenienti, ma soprattutto salvare le aziende produttrici dal fallimento.

    Per quanto riguarda il formaggio crollato ci sono due diverse situazioni: le forme di formaggio rimaste intatte che possono continuare la maturazione per essere stagionate, vengono trasferite in altri depositi attrezzati per lo scopo; le forme che hanno subito fratture o spaccature vengono trasferite in depositi refrigerati, in attesa della destinazione d’uso adeguata (grattugiato generico, formaggio fuso).

    Il Consorzio del Parmigiano Reggiano sottolinea come non esiste formaggio “terremotato”, ma solo “un formaggio assolutamente sicuro e buono” che “è soggetto ai rigidi controlli di certificazione”. Il prezzo “può variare a secondo dell’età di stagionatura o della qualità del prodotto”. Come fare? Occorre chiedere i contatti dei caseifici al sito del consorzio: parmigiano-reggiano.it oppure chiedere direttamente nella pagina facebook del consorzio.
    Insieme a Carlo siamo andati alla ricerca dei caseifici nelle zone visitate disponibili già a vendere il formaggio. Questi sono i contatti sicuri che posso darvi:

    Caseificio Sociale S. Paolo, via per Vallalta 2 – 41033 Concordia Sulla Secchia (MO).  Lo spaccio del caseificio è aperto nei seguenti giorni e con i seguenti orari:
    dal lunedì al sabato: 9:00-12:30 e 16:00-19:00
    domenica: 9:00-12:30
    Nei mesi di giugno e luglio rimane chiuso la domenica.
    In agosto sono aperti con orario 8:00-13:00
    Tel. 0535 40683
    Fax: 0535 412245
    Email:
    caseificio.sanpaolo@gmail.com
    Parmigiano Reggiano prima scelta 24/30 mesi tagliato e confezionato (anche sottovuoto) 15.50 €/kg.

    Per richieste particolari, come eventi (ad esempio cene di beneficenza), acquisti continuativi o grandi quantità, sono previsti prezzi ad hoc.

    Agricola Caretti, via Zenerigolo 4/B – San Giovanni in Persiceto (Bo).
    Tel. 051-823198 e 347-5716823
    Email:
    terremoto@aziendacaretti.it;
    Sito:
    www.aziendacaretti.it;
    Grazie a Laura Rangoni de ilcavoloverde per la segnalazione.

    Caseificio San Simone, via Garcìa Lorca 18 (via Emilia) – Marmirolo (RE).
    Tel. 0522 – 340129

    Email:
    caseificiosansimone@alice.it
    Confezioni sottovuoto da circa 1 kg con 3 stagionature:
    – 12 mesi € 10.50/kg
    – 20/24 mesi € 12.50/kg
    – 28/30 mesi € 13.00/kg
    Forme intere (non frazionate) circa 40 kg.:
    – 12 mesi € 10.00/kg
    – 20/24 mesi € 12.00/kg
    E’ possibile recarsi personalmente presso il caseificio per ritirare l’ordine effettuato; per le spedizioni i costi sono i seguenti:
    – fino a 5 kg: € 10.00
    – fino a 10 kg: € 17.00
    – fino a 30 kg: € 19.00
    – fino a 50 kg: € 23.00
    I proprietari del caseificio si scusano per eventuali ritardi ma faticano a rispondere a tutti, vista la grande solidarietà che gli è stata dimostrata.
    Grazie a Laura Rangoni de ilcavoloverde per la segnalazione e a Silvia per la completezza dei dati.

    Caseificio Sociale LA CAPPELLETTA di San Possidonio Soc. Coop. Agr. via Matteotti 80 – 41039 S. Possidonio (MO). Per ora solo vendita diretta.
    Tel e fax: 0535 39084
    Email:
    caseificiolacappelle@libero.it
    – Parmigiano Reggiano 12 mesi a 9 € al kg
    – Parmigiano Reggiano 15 mesi a 11,00 € al kg

    Azienda Agricola Biologica Casumaro Maurizio, via per Cavezzo – Camposanto 19 – Loc. Solara – Bomporto (MO).
    Tel. 346 1779737 oppure 340 9016093
    Email:
    elisa.casumaro@yahoo.it
    – Parmigiano Reggiano 14 mesi: 11,5 € al kg in pezzi da 500gr. oppure 1kg sottovuoto;
    – Parmigiano Reggiano 27 mesi: 13,00 € al kg in pezzi da 500gr. oppure 1kg sottovuoto;
    – Crema spalmabile: 11,00 € al kg in confezioni da 250g.

    Indirizzi di caseifici non visitati ma verificati da me personalmente – qualcuno per via telefonica, qualcuno tramite informazioni dal sito online – disponibili per ora solo alla vendita diretta:

    Caseificio Sant’Angelo S.N.C. via Imbiani 7, San Giovanni in Persiceto (Bologna).
    Tel. 051/824811. Indirizzo del negozio: via Zenerigolo 4/b, San Giovanni in Persiceto;
    Tel. 051/823198.
    Sito:
    http://www.aziendacaretti.it/
    Email:
    terremoto@aziendacaretti.it
    Parmigiano Reggiano 12 mesi:
    – Porzioni da 1 Kg già sotto vuoto 10,00 €/Kg
    – Ottavi (circa 5 Kg) già sotto vuoto 9,00 €/Kg
    Parmigiano Reggiano 18 mesi: rimane invariata la quotazione anche se al momento NON garantiscono la disponibilità:
    – Porzioni da 1 Kg già sotto vuoto 12,50 €/Kg
    – Ottavi (circa 5 Kg) già sotto vuoto 12,00 €/Kg
    – Forma intera (circa 40 kg non porzionata) 10,00 €/Kg

    Ulteriori informazioni utili sul caseificio
    :
    1) Utilizzare i seguenti numeri di telefono solo ed esclusivamente per effettuare ordini
    051-823198 e 347-5716823 e l’indirizzo e-mail
    terremoto@aziendacaretti.it per tutte le richieste di informazione.
    2) SPEDIZIONI: per le spedizioni non sono ancora pronti. Al momento la vendita è solo diretta allo spaccio. Chi avesse un proprio corriere può effettuare gli ordini dal 4/06 ed effettueranno le spedizioni dall’11/06 in poi.
    3) PAGAMENTI: alla consegna disponibili contanti e POS – bonifico anticipato per importi elevati (non sono accettati gli assegni).

    Questo di seguito non sono riuscita mai a verificarlo perché la linea è sempre occupata.
    Latteria sociale Lora (chiuso sabato e domenica): via 25 aprile 24, Campegine (RE); tel. 0522 677529.
    Chi dovesse riuscire a contattarlo me lo faccia sapere con relative informazioni, così da poterlo aggiungere a quelli ‘verificati’. Grazie.

    I prezzi nel dettaglio.
    Se si confrontano con i prezzi di mercato si nota che il risparmio può arrivare anche al 40%. A seconda della stagionatura e della marca, un chilo di parmigiano nei negozi e nei supermercati arriva a costare anche più di 25 euro al chilo.

    COMPRARE IL GRANA PADANO
    Latteria Sociale Mantova Soc. Agr. Coop., “Passa il tempo non il sapore. Dal 1929.” Via F.lli Kennedy 48 – 46047 S.Antonio di Porto Mantovano (MN).
    Tel. 0039-0376-390808
    Fax 0039-0376-396250
    Email:
    info@lsm427.it
    Sito:
    http://www.lsm427.it/
    A partire da lunedì 4 giugno 2012, presso il punto vendita di Sant’Antonio di Porto Mantovano (via Kennedy n. 48), verrà effettuata ai privati una vendita promozionale di Grana Padano danneggiato, porzionato sottovuoto e grattugiato.
    Gli orari del negozio sono i seguenti:
    Lunedì: 08,00 – 12,30 (no pomeriggio);
    Dal martedì al sabato: 08,00 – 12,30 / 16,00 – 19,00.

    Per maggiori informazioni, l’ufficio commerciale è a disposizione al numero 0376/390808 (int. 1).

    DONAZIONI
    La Lucciola, Centro di Terapia Integrata per l’Infanzia: il Centro è una struttura di riabilitazione che accoglie bambini e ragazzi nella fascia di età 3-18 anni con disabilità fisiche, mentali e multiple. Il Centro opera secondo un metodo innovativo e originale che integra neuroriabilitazione, pedagogia attiva  e della psicoterapia analitica.
    Le nuove scosse di martedì 29 hanno resto il Centro inagibile, con probabilità di crolli di alcune delle sue strutture. La situazione è grave, la Lucciola non ha le risorse, da sola, per far fronte a danni tanto ingenti.
    Leggete sul sito tutte le informazioni sul Centro, comprenderete l’importanza di aiutare queste persone.
    Sito:
    http://www.lalucciola.org/
    Per sostenere La Lucciola:
    è possibile donare il 5 x mille utilizzando questo numero:
    C.F. e P.I. 02243470362
    – oppure possiamo aiutarli subito usando il numero di conto corrente IBAN:
    IT26V0200866960000002963162

    – Per aiutare i caseifici colpiti: il Consorzio ha promosso la costituzione di un Fondo di solidarietà del “COMITATO gruppo caseifici terremotati” del Parmigiano Reggiano per la raccolta di fondi destinati alla ricostruzione dei caseifici colpiti dal terremoto del 20 e 29 maggio. Per fare qualsiasi versamento è possibile utilizzare il conto con Iban: IT 07 A 07058 12803 000000057000
    Inoltre esistono confezioni di “Parmigiano Reggiano di solidarietà”. Per ogni confezione di circa 1 chilo che riceverete, sarà versato 1 Euro al “Comitato Gruppo Caseifici Terremotati” del Parmigiano Reggiano. Per informazioni scrivere a:
    terremoto@parmigiano-reggiano.it.

    Terzo Settore modenese: il Terzo settore si è mobilitato per la raccolta fondi a favore dei progetti delle associazioni che operano sui territori colpiti dal sisma.
    L’IBAN del conto corrente “Emergenza terremoto rete del Terzo Settore provincia di Modena” aperto da Associazione Servizi per il Volontariato Modena C.F. 94063990363 è IT69W0200812930000102093115.
    Gestione dei fondi con la massima trasparenza:
    www.terremoto.volontariamo.com qui vengono date le informazioni sulle donazioni raccolte e della destinazione delle stesse.

    Provincia di Modena: i versamenti fatti su questo conto corrente saranno interamente devolute alle persone colpite dal terremoto: codice Iban IT 52 M 02008 12930 000003398693, indicare la causale “terremoto maggio 2012” (qui per maggiori info).

    Regione Emilia-Romagna: raccolta fondi rivolta sia ai privati sia agli Enti pubblici. Nella causale indicare “Contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna”.
    Per i privati
    -versamento sul c/c postale n. 367409 intestato a: Regione Emilia-Romagna – Presidente della Giunta Regionale – Viale Aldo Moro, 52 – 40127 Bologna;
    -bonifico bancario alla Unicredit Banca Spa Agenzia Bologna Indipendenza – Bologna, IBAN coordinate bancarie internazionali: IT–42-I-02008-02450-000003010203;
    -versamento diretto presso tutte le Agenzie Unicredit Banca Spa sul conto di Tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182.
    Per gli Enti pubblici è previsto l’accreditamento sulla contabilità speciale n. 30864 accesa presso la Banca d’Italia – Sezione Tesoreria di Bologna.

    – Si possono donare 2 euro alla Protezione Civile semplicemente inviando un sms al 45500.

    VOLONTARIATO
    Volontari con mansione di aiutanti in cucina. A renderlo noto so che è l’Associazione Porta Aperta Modena. Il servizio si svolge presso il Centro di Accoglienza Madonna del Murazzo in Strada Cimitero San Cataldo, 117 a Modena.
    Orario di servizio: i volontari della cucina devono essere pronti per il servizio almeno 1 ora prima dell’apertura della mensa (ore 18,00).
    Orari di apertura: 9,30–12,30 e 14,30–21,00
    Tel. 059 827870 Referente: Giorgio Bonini
    Email:
    Modenavolontari@porta-aperta.org
    Sito: www.porta-aperta.org

    – Personale con competenze sanitarie: si può proporre la propria disponibilità come volontario inviando una email con oggetto “SANITARIO – TERREMOTO”.
    Email:
    info@volontariamo.it

    Molte notizie presenti in questo post sono fornite dal sito Internet VolontariaMO & TERREMOTO, a cura del Centro di Servizio per il Volontariato di Modena, che contiene informazioni e notizie sicure ed è sempre in aggiornamento.

    Comuni in cui abbiamo fatto tappa:
    Comune di Moglia (MN)
    Centralino: 0376 511411/2

    Comune di Concordia sulla Secchia (MO)
    Centralino: 0535 412911

    Comune di Mirandola (MO)
    Centralino: 0535 29511/2

    Comune di San Possidonio (MO)
    Centralino: 0535 417911

    Comune di Cavezzo (MO) 75% del paese andato distrutto
    Centralino: 0535 49850

    Novi di Modena (MO)
    Centralino: 059.6789111