Terremoto Emilia: risveglio tranquillo nelle tendopoli

MeteoWeb

E’ stato un risveglio tranquillo per le popolazioni duramente colpite nei giorni scorsi dal terremoto. La scossa delle 6:08 con epicentro al largo di Ravenna è stata lievemente avvertita ai piani alti delle strutture in muratura. Gli abitanti delle tendopoli infatti non hanno avvertito il sisma. A Mirandola, dove sono attivi cinque campi che ospitano 250 persone ciascuno, così come a Novi di Modena – uno dei centri più colpiti dalle scosse di questi ultimi 15 giorni – la mattinata è iniziata senza particolari problemi. Un pò di preoccupazione, invece, è stata manifestata da quei cittadini che hanno inviato i propri familiari dai parenti nel Ravennate. ”Ho mandato moglie e figli proprio in quella zona – racconta un volontario della Protezione civile di Mirandola – pensando di dare loro giorni di tranquillità. Il fatto che la scossa si sia sentita molto bene riaprirà la ferita delle scosse vissute qui che hanno generato molta paura”. Intanto ll Centro operativo comunale di Mirandola tanti i genitori arrivati a chiedere informazioni per gli esami di terza media o di maturità dei loro figli. L’anno scolastico, seppur chiuso anticipatamente, è regolare e negli istituti scolastici si sono tenuti, o si stanno ultimando, gli scrutini. ‘‘Stiamo aspettando proprio in queste ore una risposta dal Ministero – spiega Stefania, insegnante e vicedirettrice didattica – sulla possibilita’ di tenere gli esami solo orali, in modo da concentrare pochi ragazzi alla volta sotto una tenda e tanti ragazzi per diverse ore per un esame scritto’‘. In mattinata, inoltre, l’amministrazione comunale incontrera’ i commercianti per proporre loro la creazione, attraverso moduli, di una sorta di area commerciale in cui riaprire i negozi che si trovavano nel centro storico di Mirandola, decretata zona rossa e inagibile per precauzione. Nella cittadina modenese, dove gia’ farmacie e banche stanno utilizzando dei container per poter tenere aperte le loro attivita’, diversi cittadini hanno fatto richiesta di moduli, soprattutto per ospitare uffici della loro attivita’ imprenditoriale.