Terremoto Emilia Romagna: già compiute quasi 20mila verifiche sugli edifici, ne mancano altre 14mila

MeteoWeb

Dalla prima scossa del 20 maggio e fino al 3 giugno sono state compiute 19.890 ‘verifiche speditive’ sugli edifici colpiti dal sisma in Emilia e nell’arco di una settimana si prevede di ultimare le restanti 13.976. Lo ha precisato l’assessore alla Protezione civile dell’Emilia-Romagna, Paola Gazzolo, nel suo aggiornamento in Aula dopo il secondo terremoto del 29 maggio, che ha reso indispensabile ripetere verifiche anche per gli immobili gia’ accertati. In media sono state compiute 1.500 verifiche al giorno, ma aumenteranno grazie ad altri 100 uomini dei Vigili del fuoco, entrati in servizio oggi: fino a ieri, lunedi’, erano 1.150 i Vigili del Fuoco in campo per le verifiche. Al lavoro anche squadre di tecnici regionali abilitati alla compilazione delle schede Aedes: il 31 maggio ne erano attive 50, salite a 92 ieri e a 103 stamattina. Anche il loro numero e’ in aumento, in funzione dell’accordo con le Facolta’ di Ingegneria di Bologna, Parma, Modena-Reggio e Ferrara che hanno messo a disposizione 14 squadre composte da esperti in edifici strategici, in collaborazione con i tecnici della Protezione Civile. In particolare, 12 squadre sono impegnate nella conclusione delle verifiche sugli istituti scolastici.

Sono 219 le scuole statali lesionate in Emilia-Romagna dopo le ultime forti scosse di terremoto (erano 69 dopo il primo sisma del 20 maggio). Di queste, 121 sono totalmente inagibili e 94 parzialmente. Lo ha precisato l’assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo, portando in Aula un aggiornamento dei danni provocati e degli interventi dopo il secondo terremoto del 29 maggio. Alle 219 scuole statali vanno aggiunte le 50 scuole paritarie dell’infanzia pure inagibili (per altre 52 sono in corso le verifiche); colpite anche sedi universitarie (in particolare a Ferrara) e cinque centri di formazione professionale. Si tratta di dati da prendere in considerazione per il nuovo anno scolastico 2012-13 che comincera’ in settembre. Per quello in corso, infatti, l’assessore ha comunque ribadito l’intenzione di salvaguardia e di regolarita’ nello svolgere scrutini ed esami di licenza media e maturita’.