Terremoto: gli albergatori di Jesolo, Caorle e Bibione acquistano 5mila Kg di parmigiano reggiano

MeteoWeb

Oltre 5mila chili di Parmigiano Reggiano acquistati in tre giorni. E’ stata una risposta immediata, importante, sincera, quella degli albergatori di Jesolo, Caorle e Bibione, per aiutare le popolazioni emiliane duramente colpite dal terremoto. Sabato i rispettivi Consorzi di Promozione Turistiche, con l’attiva e fondamentale collaborazione delle associazioni di categoria, avevano proposto di rispondere all’appello lanciato dalla Coldiretti per dare un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal sisma, acquistando del Parmigiano Reggiano, recuperato dal crollo dei magazzini di stagionatura distrutti dal terremoto, aiutando in modo concreto a fare ripartire l’economia e l’occupazione attraverso un prodotto che e’ il moto e il simbolo dei territori colpiti dal sisma. ”L’acquisto di questo prestigioso formaggio – spiega Fausto Ligas, presidente Coldiretti – e’ il mezzo piu’ semplice per assicurare un aiuto immediato ed evitare di cadere in speculazioni, ma occorre sincerarsi che si tratti di vero Parmigiano Reggiano e non di una delle imitazioni in commercio realizzate all’estero”. Detto, fatto. In soli tre giorni sono stati gia’ acquistati oltre cinquemila chilogrammi di formaggio (c’era la possibilita’ di scegliere tra la stagionatura di 12 e di 24 mesi). Ancora una volta, dunque, gli operatori turistici della Costa Veneziana rispondono con decisione e affetto agli appelli alla solidarieta’, dando un aiuto concreto a chi ne ha bisogno. Le associazioni degli albergatori di Jesolo, Caorle e Bibione, nel ringraziare i rispettivi associati che hanno gia’ aderito, rinnovano l’appello (allargato anche agli operatori turistici e commerciali), ad aiutare le popolazioni colpite dal terremoto e, allo stesso tempo, contribuire al rilancio dell’economia e ad uno dei prodotti ”made in Italy” famoso in tutto il mondo.