Terremoto: a Pesaro-Urbino venduti 15 quintali parmigiano in un’ora! Solidarietà straordinaria!

MeteoWeb

Sono stati “bruciati” nello spazio di appena un`ora i 15 quintali di parmigiano delle aziende terremotate proposti dalla Coldiretti Pesaro Urbino nei Mercati e nelle Botteghe di Campagna Amica di Pesaro e Fano. Il prodotto, di I scelta e stagionato 22-24 mesi, proposto dal caseificio Gozzi di Gonzaga di Mantova, è andato letteralmente a ruba, tanto che alla fine diversi cittadini non sono riusciti a dare anch`essi il proprio contributo di solidarietà. Intanto, la gara di solidarietà scattata intorno all`iniziativa di Coldiretti ha visto un`altra iniziativa importante, con la Pro loco di Sant`Angelo in Vado che si è fatta capofila di altre Pro loco sul territorio per un acquisto iniziale di 5 quintali di parmigiano, che stanno ora aumentando di giorno in giorno. Con ben 13 magazzini lesionati e quasi un milione di forme crollate a terra, acquistare Grana Padano e Parmigiano Reggiano significa liberare spazio per la nuova produzione ottenuta dal latte raccolto nelle stalle dove la mungitura non può essere fermata. Il rischio è che in mancanza di strutture idonee alla conservazione, il caldo possa danneggiare altre forme in fase di stagionatura che non potrebbero essere così più essere destinate a parmigiano reggiano o grana padano, con gravi perdite economiche ed occupazionali. Il prodotto “salvato” dai magazzini lesionati va estratto dalle “scalere” accartocciate, verificato qualitativamente e poi trasferito in opportuni locali prima di poter essere posto in vendita. Un lavoro difficile che va svolto in sicurezza e che richiede tempo per soddisfare tutte le offerte di aiuto.