Terremoto: quasi ultimato lo svuotamento dei depositi di parmigiano reggiano

MeteoWeb

I Vigili del fuoco volontari trentini impegnati in Emilia nelle attività di sostegno alla popolazione colpita dal terremoto del 20 maggio scorso, stanno ultimando lo svuotamento dei depositi di parmigiano reggiano. “Ieri – fa sapere Roberto Bertoldi, capo della protezione civile trentina – è finito il lavoro al caseificio Tricolore a Reggio Emilia, domani si dovrebbe ultimare quello al caseificio Tullie, mentre per quanto riguarda invece il caseificio Venera Vecchia di Gonzaga, completato il lavoro nella prima cella, si sta proseguendo nella seconda, che si presume di liberare entro un paio di settimane”. In totale si tratta di circa 100mila forme di parmigiano reggiano. In un quarto caseificio, quello di Novi, i pompieri trentini sono impegnati solo a fornire assistenza tecnica con una squadra di 5-6 vigili che rimarranno impegnati in tale attività per almeno un altro mese. Dal punto di vista logistico, conclusi i lavori alle Tullie, le esigenze numeriche di vigili scenderanno a 20-30 unità che troveranno posto al campo di Rolo fino alla fine del lavoro, dopodichè il campo verrà smontato.