Alluvione in Russia, il ministero ammette: “l’allarme non ha funzionato”

MeteoWeb

Le amministrazioni locali e i servizi d’emergenza non hanno avvertito in modo adeguato gli abitanti del territorio di Krasnodar del pericolo di inondazioni. L’ammissione arriva dal ministro delle Situazioni di emergenza all’indomani dell’alluvione che ha causato 171 morti nel sud del paese. “Una valutazione a caldo indica che nonostante i cittadini fossero stati avvertiti, non è stato fatto un lavoro ampio. Le amministrazioni locali e i singoli servizi hanno commesso errori” ha detto il ministro Vladimir Puchkov in una video conferenza, rispondendo alla domanda del premier Dmitry Medvedev sul perchè gli abitanti dell’area non fossero stati avvisati del pericolo. In base al bilancio ufficiale dato da Puchkov 171 persone hanno perso la vita, 3.300 parte dei beni essienziali, 18.700 la totalità dei beni essenziali e 800 sono ricoverati negli ospedali. In totale l’alluvione ha provocato danni a 22.000 persone.