Caldo record a Dubai; raggiunti i +48.5°C, valore notevole per la perla degli Emirati Arabi Uniti

MeteoWeb
Le massime di Dubai negli ultimi giorni

Continua il periodo di gran caldo su gran parte della penisola Arabica. Nei giorni scorsi non sono mancati neppure nuovi record assoluti di caldo che si aggiungono alla gran lunghissima sfilza di record archiviati negli ultimi anni. Tra quelli più importanti spicca, senza dubbio, quello della città di Dubai, uno dei setti emiri che compongono gli Emirati Arabi Uniti, nota in tutto il mondo per lo sfarzo dei suoi grandiosi hotel e per lo shopping di lusso, frutto dei tantissimi petrodollari che negli ultimi decenni sono entrati nelle tasche degli emiri locali (alcuni di questi ultimamente stanno investendo molto anche nel calcio, specie nelle squadre di club europee). Proprio lo scorso venerdì 27 Luglio 2012, la più lussuosa città degli Emirati Arabi Uniti è riuscita a stabilire il suo nuovo personale record assoluto di temperatura massima, dopo aver sfiorato varie volte il precedente record assoluto nei giorni precedenti. Grazie all’instaurarsi di particolari condizioni locali, con l’avvento di “roventi” venti da E-SE provenienti dall’arido entroterra desertico, Dubai è stata in grado di far registrare una temperatura massima di ben +48.5° all’ombra, un valore decisamente elevato per una città che si affaccia sul mare, anche se quest’ultimo è molto caldo. Il precedente record di caldo di Dubai era del 9 e 15 Agosto 1999, quando la metropoli degli Emirati segno una temperatura massima di ben +47.5°. Bisogna anche dire che probabilmente molti dati storici trovati negli archivi siano errati o poco attendibili. Su tutti i +48.9° del 18 Luglio 1990 e i +48.7° del 6 Agosto 1986. Allora le stazioni più vicine a Dubai non oltrepassarono il muro dei +42° +43°, divenendo cosi più fresche di almeno -3° -4°, una condizione molto dubbia che rende questi dati inattendibili. In più le stazioni montate a quel tempo non erano cosi precise come quelle montate negli ultimi anni nei principali scali aeroportuali della penisola Arabica e del golfo.

Dubai con il famoso Burj Al Arab sullo sfondo

Prima del record la stazione dell’aeroporto aveva registrato una temperatura minima considerevole di ben di +34.5°. Verso le 06:00 AM il vento aveva cominciato a disporsi da E-SE e S-SE per tutta la mattinata, fino all’01:00 PM, quando la tradizionale brezza di mare da NO ha avuto la meglio sui “bollenti” venti di terra dai quadranti orientali e sud-orientali, che hanno spinto verso l’area di Dubai le masse d’aria molto calde e secche preesistenti sopra i torridi deserti interni dell’Emirato. Durante il soffio dei venti di terra, che hanno raggiunto un picco di velocità media sostenuta di 20 km/h da Est, l’umidità relativa è scesa drasticamente sotto il 4 %, clima davvero secchissimo, mentre al contempo la temperatura è schizzata sopra il muro dei +47° verso l’01:00 AM. Proprio in questo frangente la stazione ha misurato la temperatura massima giornaliera che ha segnato un valore di ben +48.5°, stabilendo cosi il nuovo record assoluto di caldo per Dubai, il principale centro degli Emirati Arabi Uniti. Nel pomeriggio, con l’avvento della brezza da NO e Nord dal mare, l’umidità relativa è salita al 28 %, registrando picchi di oltre il 32 %. In risposta all’aumento del tasso di umidità relativa la temperatura è scesa contemporaneamente sotto i +42° alle 06:00 PM, mentre alle 07:00 PM il valore si era attestato intorno ai +41° all’ombra. L’effetto benefico della brezza di mare però è stato limitato alle aree costiere, in più non è riuscito ad evitare il raggiungimento del nuovo record. La città di Dubai vanta pure un record di minima più alta di ben +37.7° del 14 Luglio 2010. Quest’anno la minima più alta è stata quella del 28 Luglio scorso, quando si toccarono i +36.2°.