Euro 2012, è il giorno della finalissima: Spagna-Italia a Kiev in una serata dal meteo ideale

MeteoWeb

Il grande giorno è arrivato: stasera all’Olympic Stadium di Kiev andrà in scena la finalissima di Euro 2012 tra Italia e Spagna: il Paese è mobilitato, nonostante l’ondata di calore saranno migliaia i maxischermi nelle piazze di paesi e città. A Kiev sarà una serata meteorologicamente ideale, con cielo sereno o poco nuvoloso, circa +20°C e un livello di umidità relativa vicino al 50%. Non ci sarà vento. Nessun disagio, quindi, per i calciatori in campo o i tifosi sugli spalti, dove è previsto il tutto esaurito.
La cerimonia di chiusura degli Europei di calcio 2012 in Polonia e Ucraina sara’ densa di musica, colori ed emozioni, con un pizzico d’Italia e non solo in campo. I quasi 12 minuti della cerimonia di chiusura (11 minuti e 56 secondi) sono stati pensati e realizzati, come la cerimonia di apertura della manifestazione, dalla Filmmaster Events. Il presidente Marco Balich e i suoi collaboratori hanno realizzato, tra l’altro, le cerimonie dei Giochi invernali di Torino 2006 e hanno avuto l’incarico di iniziare e chiudere le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Ben 250 macchinisti impegnati, mentre 880 performers prenderanno parte alle coreografie di massa che comporranno, via via, un campo di calcio, il fischietto di un arbitro, il pallone e il momento del gol. Poi verra’ gonfiata un’enorme coppa, raffigurante il trofeo che al termine della serata sara’ alzato al cielo: forse da Gigi Buffon, forse da Iker Casillas. Appariranno sul terreno di gioco dello stadio di Kiev 1200 costumi, in una cerimonia costruita grazie a 150 ore di prova e 1000 persone per il flash mob in strada. Una finale che comunque si prevede sara’ seguita da 150 milioni di persone. “Sono onorato di produrre la cerimonia di chiusura soprattutto dopo la vittoria italiana. E’ incredibile essere a Kiev con la nazionale italiana in finale -ha dichiarato il creatore delle cerimonie di Euro 2012 Marco Balich-. Sarà una giornata ricca di emozioni e sono eccitato come Italiano di produrre una cerimonia prima di un cosi’ importante match. Voglio fare I miei migliori auguri all’Italia e alla Spagna e che vinca il migliore!”.