Previsioni Meteo: dopo metà mese la svolta, fresco e forti temporali in tutt’Italia nel cuore dell’estate?

    /
    MeteoWeb
    L'attuale situazione sinottica sull'Europa

    Fa caldo su gran parte d’Italia, almeno al centro e al sud, dove le temperature aumenteranno ancora oggi e domani, per poi assestarsi per un paio di giorni e aumentare nuovamente tra 13 e 15 luglio, con picchi di oltre +40°C in Puglia e Sicilia, e oltre +38°C in Sardegna, Calabria, Campania, Lazio, Abruzzo, Molise e Basilicata. Il nord/ovest è graziato dal caldo, sull’onda di un’area depressionaria che insiste sull’Europa nord/occidentale con piogge alluvionali sul Regno Unito e molto fresco in tutta l’Europa nord/occidentale, a fronte del caldo di quella orientale e Balcanica.
    Le temperature dei mari italiani sono caldissime, con anomalie di oltre 4°C rispetto alle medie: è un indice importantissimo e fondamentale per l’evoluzione a medio/lungo termine, in quanto lascia immaginare che ai primi spifferi freschi e instabili potranno determinarsi contrasti termici furiosi, soprattutto nell’Adriatico ma anche nel basso Tirreno, con temporali molto forti, grandinate e fenomeni vorticosi.
    Questi spifferi potrebbero arrivare già dopo metà mese, dal 17/18 luglio in poi, come illustra l’ultimo aggiornamento di ECMWF che nelle sue sinottiche, a corredo dell’articolo, prevede una poderosa vampata di calore sul Medio Oriente e in Russia, mentre sull’Italia piomberebbe una goccia fredda di provenienza nord Atlantica, foriera di fresco e maltempo nel cuore dell’estate.
    Dopo un mese di caldo e afa, infatti, proprio nel periodo “clou” della stagione estiva potremmo avere un brusco guasto delle condizioni meteorologiche, con un crollo delle temperature che piomberebbero al di sotto delle medie del periodo e tanta instabilità. Vedremo nelle prossime ore se quest’evoluzione sarà confermata.