Primi temporali sullo Stretto di Messina: spettacolari nubi “mammatus”, ed è solo l’inizio! Le foto

    /
    MeteoWeb

    Dopo che le temperature, nelle ore centrali della giornata, avevano toccato i +34°C, anche nello Stretto di Messina sono arrivate, da sud/ovest, minacciose, le prime nubi: per la prima volta dopo tante settimane, il cielo s’è oscurato e il sole è sparito in pieno giorno. La temperatura è scesa fino agli attuali +29°C, ma nelle prossime ore crollerà in modo decisamente più rapido tanto che domani sera avremo valori tra +22 e +23°C e martedì mattina le minime piomberanno fino a +18/+19°C con massime che faranno fatica a superare i +25°C in piena estate. Saranno temperature anomale, ma dopo tanto caldo ben accette da chi aspettava un pò di refrigerio: dopotutto durerà poco, da giovedì/venerdì in poi tornerà il sole con temperature nuovamente in aumento, quindi anche chi ama l’estate non può certo lamentarsi.
    Dal punto di vista delle condizioni meteo, le nubi temporalesche che si stanno affacciando sullo Stretto provengono dalle zone interne della Sicilia dove si sono formate nel primo pomeriggio. Da Reggio e Messina si sente qualche tuono, con deboli piovaschi nelle zone interne del messinese. Solo a Floresta, sui Nebrodi, sono segnalati accumuli con 10mm di pioggia già caduti al suolo. Lassù la temperatura è crollata a +17°C! Sta comunque piovendo bene nelle zone interne tra Etna, Nebrodi e Peloritani.
    Ecco alcune foto delle nubi “mammatus” sullo Stretto riprese da Reggio Calabria: