Siccità record negli Usa, volano prezzi di mais e soia

MeteoWeb

La siccita’ negli Usa fa volare a livello record i prezzi di mais e soia, che hanno sorpassato i picchi del 2007-08. Al Cbot, la borsa delle commodity di Chicago, i prezzi di mais e semi di soia salgono rispettivamente, per il secondo giorno consecutivo, oltre gli 8 e i 17 dollari per bushel. Il prezzo del mais e’ cresciuto del 55% in 5 settimane e quello della soia del 26% nello stesso periodo. Il boom dei prezzi rischia di far esplodere la bilancia commerciale dei paesi esportatori e di spingere alla fame i paesi piu’ poveri. I prezzi del grano non sono saliti a livelli record ma sono cresciuti del 50% in 5 settimane a circa 9 dollari per bushel. Va anche segnalato che alla produzione di mais e’ strettamente legata la produzione mondiale di etanolo. Alla siccita’ negli Usa si aggiungono gli imprevisti climatici nella regione del Mar Nero, che mettono a rischio i raccolti in Russia, Ucraina e Kazakhstan. Tra i paesi esportatori che rischiano di non vedersi consegnare le forniture gia’ contrattate e quindi di subire duri contraccolpi sul piano sociale, ci sono l’Egitto, il principale importatore al mondo di grano, la Libia e la Giordania. Intanto le previsioni meteorologiche emanano bollettini preoccupanti per il Midwest Usa a settembre-ottobre, l’area da cui partono la meta’ delle esportazioni mondiali di mais e una quota molto elevata delle produzioni globali di soia e grano. Il Midwest restera’ surriscaldato e dunque i raccolti saranno molto poveri.