Terremoto: 8 progetti per le “chiese provvisorie”

MeteoWeb

Otto progetti per restituire alle popolazioni vittime del sisma quei luoghi di culto e di socialita’ in molte zone crollati a causa delle scosse. A metterli a punto il Centro studi per l’architettura sacra della Fondazione Lercaro di Bologna che ha lanciato la campagna ‘Adotta una chiesa per l’Emilia’, rivolta a enti, diocesi e chiunque voglia collaborare. I progetti, completati a tempo di record da una trentina di architetti e ingegneri, sono realizzabili in pochi mesi: ”Le abbiamo chiamate ‘chiese provvisorie’, ma di provvisorio non c’e’ nulla, perche’ sono destinate a rimanere anche per 50 anni”, ha spiegato la responsabile del centro Claudia Manenti. Lontano dall’immagine del classico prefabbricato, tutti i progetti hanno cercato di coniugare modernita’, liturgia e contenimento dei costi, stimati sui 1.000/1.200 euro a metro quadro.