Vasto incendio in Bulgaria, brucia il monte Vitosha ma il governo rifiuta gli aiuti di Israele

MeteoWeb

Sono ritornati indietro senza intervenire i due aerei antincendio inviati dal governo israeliano in soccorso nella lotta per spegnere l’incendio scoppiato quattro giorni fa sul monte Vitosha, che sovrasta la capitale bulgara Sofia. Ieri pomeriggio le autorità bulgare avevano accettato la proposta israeliana di venire in aiuto con i velivoli specializzati, ma alcune ore più tardi il ministero dell’interno di Sofia ha dichiarato che gli organi specializzati bulgari sono in grado di mantenere sotto controllo la situazione e non hanno bisogno di aiuti dall’estero. Cos i due Air Tractor israeliani in grado di trasportare 3 tonnellate di acqua ciascuno hanno fatto marcia indietro poco dopo il loro decollo alla volta della Bulgaria. Anche Romania e Macedonia ieri si erano dette disponibili a intervenire in aiuto dei vigili del fuoco bulgari. Secondo le autorita’ di Sofia il grande incendio sul Vitosha sarebbe ormai sotto controllo, mentre non sono di questo avviso le organizzazioni ecologiste, che parlano di una situazione ancora preoccupante e di pericolo.