Diecimila ettari di boschi devastati da un vastissimo incendio nel nord della Spagna

MeteoWeb

I vigili del fuoco lottano contro un incendio che ha già distrutto 10mila ettari di terreno nel nord della Spagna, aggravato dalle ondate di calore che colpiscono il Paese. Lo hanno indicato i servizi di emergenza della regione di Castiglia e Leon. “Armati” di idranti, protetti dalle loro uniformi, i pompieri lottano contro le fiamme che divorano le foreste, lasciandosi alle spalle il triste spettacolo di alberi carbonizzati vicino al comune di Castrocontrigo, nella provincia di Leon. Alle operazioni partecipano ventisei aerei ed elicotteri. In tutto seicento uomini lavorano all’estinzione del rogo divampato domenica e che resta attivo oggi. “Anche se l’incendio è stabilizzato, le difficili condizioni meteorologiche possono provocare un cambiamento di evoluzione in qualunque momento”, hanno avvertito i vigili del fuoco, “Al momento comunque non ci sono rischi per la popolazione”. Il ministero degli Interni aveva allertato venerdì del rischio elevato di incendi nei prossimi giorni a causa dei terreni molti secchi, fenomeno aggravato dalle elevate temperature registrate nel Paese.