Emergenza siccità in Toscana, i vertici della Regione sono “molto preoccupati”

MeteoWeb

”Sono molto preoccupato. I cambiamenti climatici stanno rendendo questa situazione di siccita’ sempre piu’ frequente e prolungata. Con il decreto di luglio abbiamo dato il via a 27 milioni di opere urgenti da completare entro il 2012. Ora istituiamo un gruppo tecnico, una cabina di regia che verifichi lo stato di avanzamento delle opere”. Lo ha detto, in una nota, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, durante la prima riunione del Comitato istituzionale per l’emergenza idrica istituito di recente per legge regionale. ”Chiediamo ai comuni di emanare a tappeto le ordinanze per il risparmio idrico e il corretto uso dell’acqua. Infine dobbiamo mettere a punto anche il tema degli interventi di medio-lungo periodo – ha aggiunto Rossi -. Affrontare l’emergenza, come del resto stiamo facendo con la massima determinazione, non basta. Dobbiamo pensare a un progetto piu’ complessivo che entro pochi anni possa mettere la Toscana in sicurezza contro il rischio siccita’. Un progetto che preveda anche il rilancio della politica degli invasi e che sia costruito in modo da poter attingere ai fondi europei”. Il complesso di opere che saranno realizzate da qui al 2014 in tutta la Toscana prevedono interconnessioni fra acquedotti, dissalatori, interventi per la riduzione delle perdite e la costruzione di pozzi per l’uso di risorse non sfruttate, per un valore complessivo di 112 milioni di euro che saranno divisi in due stralci, quello con le opere che saranno realizzate nell’immediato, cioe’ entro il 2012 (27 milioni) e l’altro con gli interventi che saranno pronti per la fine del 2014 (85 milioni). Inoltre e’ stato attivato un fondo regionale di 20 milioni (dalla Finanziaria 2011) per il sostegno all’accesso al credito affidato a FidiToscana.