Alluvione nel sud della Spagna, situazione disastrosa. Copiose nevicate in Sierra Nevada, e ancora non è finita…

    /
    MeteoWeb

    Una tremenda alluvione sta colpendo la Spagna centro/meridionale da stamattina, con danni ingenti e purtroppo anche gravi conseguenze sulla popolazione: un morto, un disperso, decine di migliaia di evacuati. Dalle mappe satellitari si nota benissimo un sistema di “V-Shaped” che provoca queste piogge torrenziali, in rapido movimento verso nord/est, in direzione di Valencia e delle Baleari. Questo maltempo in Spagna è accompagnato da un crollo delle temperature con masse d’aria fredda in discesa dal nord Atlantico fin sul Marocco, mentre la risposta calda subtropicale si estende dal cuore del Sahara fin sull’Italia e nel Mediterraneo centrale.

    L’indebolimento della portata del flusso della “Jet Stream”, nella media e alta troposfera, sta contribuendo a scavare delle ondulazioni piuttosto allungate sull’area euro-atlantica, con il conseguente sviluppo di due distinti promontori anticiclonici di blocco alimentati da “forcing” dinamici troposferici, uno localizzato in pieno Atlantico, mentre il secondo è in fase di ulteriore strutturazione sul bacino centro-orientale del Mediterraneo, la Grecia, la Turchia e il bacino del mar Nero. Fra i due distinti anticicloni sub-tropicali affonda un asse di saccatura, spinto dall’area depressionaria in azione poco a S-SE dell’Islanda (dove è ben evidente un bel ricciolo depressionario dalle immagini satellitari), che dall’Atlantico settentrionale, attraverso il Regno Unito, la Francia, la Spagna, affonderà le proprio radici fino al bacino centro-occidentale del Mediterraneo, accompagnando un nuovo imminente marcato peggioramento di stampo autunnale verso le coste della Francia meridionale e l’Italia settentrionale. Tra domani e domenica, infatti, il maltempo si concentrerà dapprima sulla Francia meridionale, ma poi anche al centro/nord Italia, mentre al sud rimarranno ancora sole e caldo. Ma di queste previsioni parleremo in modo più approfondito a breve, sul nostro MeteoNotiziario, con il MeteoWeekend e altri approfondimenti previsionali, così come continueremo a monitorare la situazione nella penisola Iberica: seguiteci per ulteriori aggiornamenti.