Clima, global warming: a fine secolo estati come quella di quest’anno saranno normali

MeteoWeb

Stagioni come quella che sta per finire, gia’ finita sul podio di quelle piu’ calde di sempre, potrebbero venire ricordate fra non molto come ‘non cosi’ male’. Secondo una nuova mappa pubblicata dall’Agenzia Europea per l’Ambiente nelle citta’ italiane, e in generale in quelle del sud Europa, entro fine secolo ci saranno almeno 50 giorni l’anno di caldo torrido. La mappa, basata sui dati del rapporto ‘Urban adaptation to climate change in Europe’ della stessa agenzia, esamina 500 citta’ in tutto il continente, tenendo conto anche della percentuale di verde sulla superficie totale, fondamentale per limitare il cosiddetto ‘effetto dell’isola di calore’, cioe’ l’aumento della temperatura dovuto al calore accumulato dal cemento. Per l’intera Italia, il sud della Francia e della Spagna, la Serbia e parte della Turchia gli esperti hanno calcolato che nel periodo tra il 2071 e il 2100 per almeno 50 giorni all’anno la temperatura sara’ superiore ai 35 gradi di giorno e ai 20 gradi di notte: “La mappa mostra chiaramente che le aree verdi urbane possono dare un po’ di sollievo nelle ondate di calore – scrivono gli esperti dell’agenzia – e che invece la densita’ di popolazione molto alta accentua l’effetto ‘isola di calore’. Queste informazioni danno un’idea veloce dei problemi di adattamento delle citta'”.